Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 70 del 11/06/2009 - rif. PREC 30/09/S

Parere di Precontenzioso n. 70 del 11/06/2009 - rif. PREC 30/09/S d.lgs 163/06 Articoli 41 - Codici 41.2
La possibilità di autocertificare stati e qualità, come peraltro si evince dal richiamo espresso che il comma 1 dell’articolo 41 del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163 fa al d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, è consentita solo per i mezzi di prova indicati alle lettere b) e c) del medesimo articolo, mentre per quello di cui alla lettera a) il legislatore sancisce che il concorrente debba produrre, in ogni caso, le dichiarazioni provenienti da istituti di credito o intermediari finanziari già in sede di offerta, con l’obbligo del concorrente stesso di esibire l’originale in sede di verifica dei requisiti dichiarati. Alla luce di tali principi, non può essere ammessa ad una procedura di gara un’impresa concorrente che non abbia corredato la propria istanza di partecipazione della copia delle dichiarazioni degli istituiti bancari o degli intermediari finanziari autorizzati, in quanto la stessa risulterebbe priva della dimostrazione della capacità economico-finanziaria, quale requisito speciale richiesto dall’ordinamento per la partecipazione alle procedure di gara.
Parere di Precontenzioso n. 70 del 11/06/2009 - rif. PREC 30/09/S d.lgs 163/06 Articoli 64 - Codici 64.1
L’eventuale ammissione di una integrazione documentale di un documento non corredato all’offerta e prodotto successivamente alla scadenza del termine ultimo previsto per la presentazione delle offerte determinerebbe, da parte della stazione appaltante, non solo una violazione delle clausole della lex specialis, a cui la stessa si è autovincolata al momento della loro pubblicazione, ma produrrebbe anche una violazione della par condicio nei confronti dei concorrenti che invece hanno provveduto a corredare la documentazione amministrativa delle prescritte dichiarazioni nei termini indicati.
Parere di Precontenzioso n. 70 del 11/06/2009 - rif. PREC 30/09/S d.lgs 163/06 Articoli 73 - Codici 73.1
La produzione della copia del documento di identità costituisce elemento costitutivo dell’autocertificazione, in quanto essa conferisce legale autenticità alla sua sottoscrizione apposta in calce a una istanza o a una dichiarazione e serve a comprovare, oltre alle generalità del dichiarante, l'imprescindibile nesso di imputabilità soggettiva della dichiarazione a una determinata persona fisica . Pertanto, il fatto che un concorrente abbia presentato un’istanza di partecipazione con allegata una copia del documento di identità non spillata è conforme alla normativa in materia amministrativa e, pertanto, non costituisce motivo di esclusione dalla procedura.