Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 74 del 09/07/2009 - rif. PREC 15/09/S

Parere di Precontenzioso n. 74 del 09/07/2009 - rif. PREC 15/09/S d.lgs 163/06 Articoli 84 - Codici 84.1
La commissione di gara è titolare di un potere di autotutela decisoria, potendo riesaminare il procedimento di gara già espletato, riaprendolo per emendarlo da errori commessi e da illegittimità verificatesi, anche in relazione all’eventuale illegittima ammissione o esclusione dalla gara di un’impresa concorrente. Sebbene, in sede di revisione, possa riesaminare, annullare e/o rettificare gli atti già posti in essere, nell’esercizio del potere di autotutela, fino a quando l’amministrazione non proceda all’approvazione degli atti di gara, tuttavia, tale attività di riesame deve comunque avvenire, a buste aperte e quindi ad offerte conosciute, limitatamente all’attività valutativa vincolata a parametri oggettivi e predeterminati dal bando, senza alcun esercizio di discrezionalità tecnica.
Parere di Precontenzioso n. 74 del 09/07/2009 - rif. PREC 15/09/S d.lgs 163/06 Articoli 37 - Codici 37.1
Nel caso di affidamento di contratti di forniture o servizi, nonostante la normativa non operi alcuna distinzione tra ATI orizzontali e verticali, è opportuno applicare la previsione di cui all’art. 37, c. 4 del d. lgs. n. 163/2006 alla sola ipotesi di raggruppamenti “verticali” o “misti”, vale a dire con scorporo di singole parti, per le quali rispondono in solido solo l’impresa esecutrice e quella mandataria, rendendosi in tal caso necessario specificare i diversi servizi destinati a essere svolti da ciascuna impresa. Viceversa, la suddetta disposizione non trova margini di applicazione nel caso di riunioni “orizzontali”, laddove tutti gli operatori economici eseguono il medesimo tipo di prestazione e tutte le imprese sono responsabili dell’intero in solido.