Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 78 del 30/07/2009 - rif. Prec 18/09/L

Parere di Precontenzioso n. 78 del 30/07/2009 - rif. Prec 18/09/L d.lgs 163/06 Articoli 73 - Codici 73.1
Considerato che l’offerta è qualificabile come la dichiarazione di volontà del privato volta alla costituzione di un rapporto giuridico con l’Amministrazione, la sua sottoscrizione assolve alla funzione di assicurare la provenienza, la serietà, l’affidabilità e l’insostituibilità dell’offerta stessa. Proprio la specifica funzione attribuita alla sottoscrizione giustifica, da un lato, che essa sia una condizione essenziale per la sua ammissibilità e, dall’altro, l’esigenza che, ai fini dell’ammissibilità dell’offerta, la sottoscrizione debba anche essere apposta in originale, onde scongiurare il rischio di eventuali manomissioni che pregiudicherebbero l’attendibilità dell’offerta e la sua insostituibilità.
Parere di Precontenzioso n. 78 del 30/07/2009 - rif. Prec 18/09/L d.lgs 163/06 Articoli 48 - Codici 48.1
In relazione alla dibattuta natura del termine entro cui produrre i documenti di cui all’art. 48 c. 2 del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163, l’Autorità ha specificato che la formulazione della norma, nel prevedere che “la richiesta di cui al comma 1 è, altresì, inoltrata, entro dieci giorni dalla conclusione delle operazioni di gara, anche all’aggiudicatario e al concorrente che segue in graduatoria” fa specifico riferimento al termine di dieci giorni entro cui la Stazione Appaltante deve inoltrare la richiesta ai soggetti indicati; trattandosi, pertanto, di un termine relativo allo svolgimento di un pubblico potere, non può che avere natura sollecitatoria e non perentoria (cfr. determinazione 21 maggio 2009, n. 5).