Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 111 del 22/10/2009 - rif. PREC 04/09/L

Parere di Precontenzioso n. 111 del 22/10/2009 - rif. PREC 04/09/L d.lgs 163/06 Articoli 83 - Codici 83.1
Con riferimento ad un procedura di gara bandita prima che entrasse in vigore il d. lgs. 11 settembre 2008, n. 152 (c.d. terzo correttivo), la commissione di gara può stabilire i criteri motivazionali, avendo, però, cura di non modificare i criteri di aggiudicazione dell’appalto definiti nel bando e nel disciplinare di gara e di non introdurre nuovi elementi che, se fossero stati noti al momento della preparazione delle offerte, avrebbero modificato l’offerta stessa, o che vengano presi in considerazione elementi che possono avere un effetto discriminatorio nei confronti di uno dei concorrenti, nel rispetto dei principi di parità di trattamento e di trasparenza.
Parere di Precontenzioso n. 111 del 22/10/2009 - rif. PREC 04/09/L d.lgs 163/06 Articoli 223, 83 - Codici 223.1, 83.1
L’art. 206 del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163 stabilisce inequivocabilmente che anche nell’ambito dei settori esclusi trova applicazione l’art. 83 d. lgs. 163/2006, con la specificazione che i criteri, la ponderazione, i sub - criteri, i sub - pesi, i sub - punteggi vanno comunque precisati, a seconda delle circostanze, “nell’avviso con cui si indice la gara, nell’invito a confermare l’interesse di cui all’articolo 226, comma 5, nell’invito a presentare offerte o a negoziare, o nel capitolato d’oneri”.