Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 129 del 19/11/2009 - rif. PREC 07/09/S

Parere di Precontenzioso n. 129 del 19/11/2009 - rif. PREC 07/09/S d.lgs 163/06 Articoli 34 - Codici 34.1
In relazione all’affidamento dell’attività di controllo di conformità e qualità del servizio di refezione scolastica, non è conforme alla normativa di settore scindere in due parti le attività da gestire, incaricando per un anno, in forma sperimentale, un professionista tecnologo alimentare che svolga le attività professionali ordinarie e straordinarie giornaliere (sopralluoghi, prelievi di campioni, verifiche, reportistica, ecc.) ed affidando separatamente la gestione delle analisi di laboratorio ad una struttura da individuare a cura dell’Ente a seguito di apposita separata procedura. Infatti, la suddetta scelta appare potenzialmente elusiva della normativa in materia di appalti pubblici e, conseguentemente, restrittiva della platea dei possibili concorrenti, considerato che l’oggetto dell’attività per cui il Comune ha indetto la contestata pubblica selezione rientra nell’elenco dei servizi di cui all’Allegato II A del D. Lgs. n. 163/2006, categoria 12 “servizi affini di consulenza scientifica e tecnica” e “servizi di sperimentazione tecnica e analisi”, e che la procedura selettiva bandita dall’Amministrazione comunale, i requisiti di partecipazione e di valutazione stabiliti e il contratto che la stessa ha inteso stipulare impediscono di fatto la partecipazione a tutti i soggetti indicati dall’art. 34 del citato D. Lgs. n. 163/2006, che contempla soggetti organizzati sia in forma individuale sia in forma societaria.