Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 159 del 17/12/2009 - rif. PREC 122/09/S

Parere di Precontenzioso n. 159 del 17/12/2009 - rif. PREC 122/09/S d.lgs 163/06 Articoli 83 - Codici 83.1
I criteri di valutazione dell’offerta, che premiano direttamente o indirettamente un determinato nesso di collegamento con il territorio di riferimento della S.A., si pongono in violazione dei principi comunitari in tema di concorrenza e parità di trattamento, nonché di libera circolazione, salvo il limite della logicità e della ragionevolezza, ossia della loro pertinenza e congruità a fronte dello scopo perseguito. A tal riguardo, in un appalto di forniture di protesi dentarie, è stata ritenuta non irragionevole l’assegnazione di massimo 15 punti per la collocazione di un magazzino all’interno del territorio delle AA.SS.LL. interessate, in considerazione dell’interesse pubblico a una migliore erogazione del servizio nei confronti degli utenti.
Parere di Precontenzioso n. 159 del 17/12/2009 - rif. PREC 122/09/S d.lgs 163/06 Articoli 37, 41 - Codici 37.1, 41.2
In materia di R.T.I., se è pacifico che i requisiti generali di carattere morale e di affidabilità devono essere posseduti da ciascuna delle imprese riunite singolarmente, per quanto concerne i requisiti di ordine speciale non può adottarsi un criterio unitario, essendo piuttosto necessario distinguere tra requisiti di capacità economico-finanziaria e requisiti di capacità tecnico-professionale: mentre il cumulo costituisce la regola ai fini della dimostrazione dei requisiti di natura tecnica, la medesima regola non vale in caso di requisiti di natura economico-finanziaria, in ordine ai quali occorre considerare il regime di responsabilità che vige nei confronti della Stazione Appaltante in capo alle imprese raggruppate. Nel caso in cui sussista un regime di responsabilità solidale nei confronti della pubblica amministrazione in capo a tutte le imprese raggruppate, la verifica del possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria in capo al raggruppamento partecipante deve essere condotta nei confronti delle singole imprese, onde garantire la possibilità alla S.A. di potersi rivolgere efficacemente a fini risarcitori all’una o all’altra delle imprese raggruppate.