Parere n. 16 del 27/09/2007

PREC 209/07

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dal Consorzio Urbania – servizio di gestione delle aree di sosta a pagamento nel Comune di Massa Lubrense.


Il Consiglio

Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto

In data 5 luglio 2007 è pervenuta all’Autorità l’istanza di parere indicata in oggetto, con cui il Consorzio Urbania contesta che tra i requisiti di partecipazione previsti dai bandi delle due procedure in questione, vi sia l’iscrizione all’albo dei soggetti privati abilitati ad effettuare attività di liquidazione e di accertamento di tributi e riscossione tributi ed altre entrate delle Province e dei Comuni istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze ai sensi dell’art. 53 del D.Lgs. 446/97.

L’istante eccepisce che l’attività oggetto della gara di gestione dei parcheggi avendo natura di corrispettivo e non di tributo e/o imposta non possa essere assimilata a quella di riscossione dei tributi e di altre entrate per cui è prevista l’istituzione dell’albo. Peraltro, l’istante considera i requisiti richiesti per l’iscrizione in contrasto con il principio di ragionevolezza e proporzionalità dell’azione amministrativa in quanto non consente l’iscrizione dei Consorzi. Di conseguenza secondo l’istante il bando è illegittimo in quanto in contrasto con l’art. 34 del D.Lgs. 163/06 ai sensi del quale è ammessa la partecipazione alle gare dei Consorzi.

A riscontro della richiesta di informazioni effettuata dall’Autorità nell’istruttoria procedimentale, il Comune di Massa Lubrense fa presente che l’oggetto della gara include anche l’installazione e la gestione dei parcometri per le cui attività è richiesta l’iscrizione all’albo di cui all’art. 53 del D.Lgs. 446/97, anche sulla base di un parere reso dal Ministero dell’Economia e delle finanze secondo cui è necessaria l’iscrizione al suddetto albo.

La Stazione appaltante in ordine all’eccepita non possibilità di partecipazione alla gara da parte dei consorzi, sollevata dall’istante ha replicato che in caso di raggruppamenti è sufficiente che l’iscrizione sia posseduto da uno sola impresa.


Ritenuto in diritto

Il combinato disposto degli artt. 52 e 53 del D.Lgs. n. 446/1997 prevede l’iscrizione all’albo nei confronti dei soggetti che eseguono attività di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi e di tutte le altre entrate. E’ questione dibattuta in giurisprudenza se, nell’ambito della gestione dei parcheggi, i proventi riscossi dalla sosta a pagamento siano o meno da considerarsi corrispettivo dell’attività prestata, ovvero tributo. Sul punto il giudice contabile ha evidenziato come ciò che rileva sia la natura pubblica dei proventi della sosta a pagamento, i quali non si configurano come una controprestazione dei servizi, poiché gli stessi sono da porsi esclusivamente in relazione all’occupazione del suolo pubblico.

Nel caso in esame, dalla lettura del bando, si evince che l’importo a base di gara dell’appalto ha ad oggetto la percentuale dei ricavi annui derivanti dalla vendita di park card, dall’incasso dei parcometri, dagli abbonamenti per aree di sosta a pagamento o da altre forme di pagamento della sosta. Pertanto, emerge chiaramente che la prestazione principale riguarda l’attività di gestione dei parcometri, nonché di altre forme di pagamento, attività queste che integrano la fattispecie della gestione delle entrate patrimoniali, per la quale è obbligatoria l’iscrizione nell’albo dei soggetti privati abilitati ad effettuare attività di liquidazione e di accertamento di tributi e riscossione tributi ed altre entrate delle Province e dei Comuni ai sensi dell’art. 53 del D.Lgs. 446/97.

In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che:

  • il requisito di iscrizione all’albo dei soggetti privati abilitati ad effettuare attività di liquidazione e di accertamento di tributi e riscossione tributi ed altre entrate delle Province e dei Comuni ai sensi dell’art. 53 del D.Lgs. 446/97 sia conforme all’oggetto del bando di gara.

Il Consigliere Relatore: Andrea Camanzi

Il Presidente: Luigi Giampaolino


Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 8 ottobre 2007