Parere n. 13 del 20/09/2007

PREC201/07

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dalla Comfort Edil s.r.l. procedura aperta n. 853 n. 5 lotti. S.A. ACEA s.p.a.


Il Consiglio

Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto

In data 20/04/2007 ACEA s.p.a. ha pubblicato il bando indicato in oggetto, suddiviso in cinque lotti omogenei. Il bando prevedeva che l’impresa doveva presentare un’unica offerta valida per tutti i lotti posti a concorso e che l’aggiudicazione di un lotto escludeva automaticamente la possibilità di assegnazione del lotto successivo.

In data 17 maggio 2007 è pervenuta l’istanza di parere indicata in oggetto, con la quale l’impresa Comfort Edil s.r.l. ha richiesto di conoscere l’avviso dell’Autorità in ordine alla previsione del bando di gara concernente l’obbligo di eseguire il versamento del contributo a favore dell’Autorità per un importo rapportato alla somma di tutti i lotti di gara, pur se il concorrente può effettivamente aggiudicarsi solo un lotto.

A parere dell’istante si dovrebbe versare il contributo a favore dell’Autorità nella misura rapportata all’entità del singolo lotto.

In sede di istruttoria procedimentale, la S.A. ha rappresentato di aver effettuato una interpretazione letterale delle istruzioni impartite dall’Autorità con la deliberazione 10.1.2007, in base alla quale è stato chiesto ai concorrenti di effettuare un versamento per un importo rapportato alla somma dei lotti posti a base di gara. Ciò in quanto il sistema SIMOG attribuisce automaticamente un CIG per ciascun lotto e specifica l’importo dovuto dalla Stazione appaltante e dal concorrente.


Ritenuto in diritto

Nelle istruzioni operative presenti sul sito dell’Autorità, è specificato che nel caso di lavori da realizzarsi in più lotti, le stazioni appaltanti sono tenute al versamento del contributo in ragione del numero dei lotti e del loro relativo importo; i partecipanti che concorrono per più lotti calcolano la contribuzione in ragione del singolo lotto per cui presentano l'offerta.

Nel caso in esame, poiché il concorrente partecipa per tutti i lotti, pur potendo risultare aggiudicatario di un solo lotto, risulta conforme la prescrizione del bando che impone il pagamento del contributo nella misura rapportata alla somma di tutti i lotti.

Infatti, come rilevato dalla Suprema Corte con pronuncia del 6 luglio 2007, n. 256, il versamento del contributo da parte degli operatori economici costituisce una condizione di ammissibilità dell’offerta, non rilevando la circostanza che può risultare aggiudicatario di un solo lotto.

In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che il bando di che trattasi è conforme alle istruzioni di cui alla deliberazione dell’Autorità del 10/01/2007.


Il Consigliere Relatore: Giuseppe Brienza

Il Presidente: Luigi Giampaolino


Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 8 ottobre 2007