Parere n. 3 del 20/09/2007

PREC180/07

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dal Comune di Mottola (Ta) – lavori di ammodernamento e manutenzione impianto sportivo alla c.da Spechia.


Il Consiglio

Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto

In data 19/03/2007 il Comune di Mottola emanava il bando per l’affidamento dei lavori indicati in oggetto, da aggiudicarsi con procedura aperta con il criterio del prezzo più basso, per un importo complessivo a base d’asta di Euro 561.850,76.

Oggetto dell’appalto era la realizzazione di un nuovo terreno di gioco in erba sintetica, nuovo impianto di illuminazione terreno di gioco, aree di parcheggio.

Per la partecipazione alla gara, il bando richiedeva la qualificazione nella categoria prevalente OS 24 e nelle categorie scorporabili OG1 e OG11.

In data 8/05/2007 è pervenuta l’istanza del Comune di Mottola il quale chiede di conoscere l’avviso dell’Autorità in relazione alla controversia insorta con l’Impresa Renzo Poduti, che ha contestato l’assimilazione dei lavori alla categoria prevalente OS 24, rientranti, a suo parere, nella categoria OS6.

L’impresa, inoltre, contesta l’operato della S.A. che, in parziale accoglimento delle eccezioni dalla stessa sollevate, ha rettificato il bando consentendo la partecipazione sia alle imprese in possesso di iscrizione SOA alla categoria OS24 sia alla categoria OS6.

In sede di istruttoria procedimentale, la S.A. ha chiesto all’Autorità quale debba essere la categoria prevalente da indicare nel bando e se alla gara possano partecipare anche i soggetti qualificati nella categoria generale OG1.


Ritenuto in diritto

Con determinazione n. 29/2002 l’Autorità ha chiarito, inter alia, quali debbano essere i presupposti per classificare le pavimentazioni nelle categorie specializzate OS6 oppure OS24 esprimendo l’avviso secondo il quale “le pavimentazioni sportive in verde rientrano nella categoria specializzata OS24” e che “le pavimentazioni sportive di qualsiasi tipo e materiale (ligneo, plastico, metallico e vetroso) relative ad impianti sportivi al coperto ed allo scoperto rientrano nella categoria specializzata OS6, stante la prevalenza della lavorazione di finitura di opera generale.”.

Deve, pertanto, ritenersi non corretta l’originaria formulazione del bando in questione con riferimento alla categoria OS24.

Per quanto attiene, poi, alla ipotesi prospettata dalla S.A. relativamente alla possibilità di individuare più categorie prevalenti e fra loro alternative, si fa presente la non ammissibilità di detta ipotesi, in quanto negli appalti di importo superiore a 150.000 euro, ai sensi dell’articolo 73, del d.P.R. 554/1999, nei bandi gara, l’indicazione della categoria prevalente è unitaria, intesa come quella che rappresenta l’importo più elevato fra le categorie costituenti l’intervento.

In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che la procedura seguita dalla Stazione appaltante non è conforme alla normativa di settore.


IL Consigliere Relatore: Guido Moutier

Il Presidente: Luigi Giampaolino


Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 6 ottobre 2007