Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori , servizi e forniture

Parere n. 77 del 23.10.2007

PREC344/07

Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dal Comune di Castelfranco in Miscano – ristrutturazione e completamento rete fognaria.


Il Consiglio


Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto


In data 9 luglio 2007 è pervenuta l’istanza di parere indicata in oggetto, con la quale il Comune di Castelfranco in Miscano ha richiesto l’avviso dell’Autorità in relazione al provvedimento di esclusione dell’impresa Zaccari Costruzioni s.r.l. per non aver allegato ad ognuna delle dichiarazioni sostitutive presentate in sede di gara, la relativa copia del documento di identità del sottoscrittore.

L’impresa de qua ha presentato la documentazione amministrativa prescritta dal bando di gara, in forma di unico fascicolo, rilegato con nastro, i cui fogli sono tenuti insieme da punti spillati.

In detto fascicolo sono contenute più dichiarazioni sostitutive alle quali è allegata una sola copia del documento di identità del sottoscrittore.


L’impresa esclusa, nel contestare l’esclusione, fa presente che l’aver riunito in un unico fascicolo tutta la documentazione amministrativa, consente la presentazione di una sola copia del documento di identità del sottoscrittore.


Ritenuto in diritto


Secondo precedenti pronunciamenti di questa Autorità e un consolidato orientamento giurisprudenziale, in materia di dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà in sede di gara di appalto l'allegazione al testo delle dichiarazioni, di volta in volta rilasciate, di un valido documento di identità, prevista dagli artt. 38 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, lungi dal costituire un vuoto formalismo, costituisce piuttosto un fondamentale onere del sottoscrittore, configurandosi come l'elemento della fattispecie normativa diretto a comprovare non soltanto le generalità del dichiarante, ma ancor prima l'imprescindibile nesso di imputabilità soggettiva della dichiarazione ad una determinata persona fisica, con la conseguenza che la mancata allegazione della fotocopia del documento di riconoscimento alla dichiarazione sostitutiva e ai documenti prodotti in fotocopia comporta l'esclusione dalla gara.

Il caso in esame, tuttavia, presenta una peculiarità specifica, in relazione alla quale occorre fornire le seguenti considerazioni.

La prescritta documentazione amministrativa è stata collazionata dal concorrente in forma di un unico fascicolo, rilegato con nastro, i cui fogli sono tenuti insieme da punti spillati.

In tale evenienza sembra potersi ritenere che la ratio della previsione della presentazione della fotocopia del documento di identità, e cioè il nesso di imputabilità soggettiva della dichiarazione ad una determinata persona fisica, sia stato comunque rispettato mediante l’inserimento, in un documento da considerasi unitario, di una fotocopia del documento di identità del sottoscrittore.

Ne consegue, pertanto, che più dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, collazionate in modo da formare un unico documento, possono essere accompagnate da una sola copia del documento di identità del sottoscrittore.

Si precisa, infine, che gli articoli 38 e 47 del d.P.R. 445/2000 non prescrivono, per il rilascio delle dichiarazioni sostitutive e delle fotocopie dei documenti di identità, specifiche modalità di forma, quali timbri e firme di congiunzione tra i fogli che le compongono.



Il Consiglio


Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che l’esclusione dell’impresa Zaccari Costruzioni s.r.l. non è conforme alla normativa sulla documentazione amministrativa di cui al d.P.R. 445/2000.



IL CONSIGLIERE RELATORE

Giuseppe Brienza


IL PRESIDENTE

Luigi Giampaolino


Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 7 novembre 2007