Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori , servizi e forniture

Parere n.140 del 13 dicembre 2007


PREC458/07


Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dall’ANCE Basilicata–  lavori di costruzione di una strada tra il centro abitato e la zona archeologica in località La Maddalena. 1° lotto funzionale. S.A: Comune di Venosa.


Il Consiglio


Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto


In data 19.6.2007 il Comune di Venosa ha bandito l’appalto dei lavori indicati in oggetto, per un importo a base d’asta di € 2.868.233,39, da aggiudicarsi al massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo a base d’asta.

In data 23 luglio 2007 è pervenuta all’Autorità l’istanza di parere in oggetto con la quale la Consulta Regionale dei Costruttori Edili ANCE ha rappresentato la controversia insorta con la Stazione appaltante, in quanto, a seguito dell’analisi dei prezzi riportati nel computo metrico estimativo, è emerso che gli stessi sono desunti dal Tariffario della Regione Basilicata anno 1997, sui quali è stato effettuato un ulteriore ribasso del 14 per cento.

L’Associazione istante, nell’evidenziare la palese sottostima delle voci di prezzo, ha evidenziato che la Regione Basilicata ha approvato l’edizione del Prezziario per l’anno 2007.

A titolo di esempio, l’ANCE ha evidenziato che per la voce “acciaio in barre”, che incide per circa il 15 per cento sul totale dei lavori da appaltarsi, il computo metrico in esame quota € 0,56 al Kg, mentre il vigente tariffario quota la stessa voce € 1,13 al Kg.

In sede di istruttoria documentale, la S.A. ha rappresentato di ritenere i prezzi d’appalto congrui, in quanto per precedenti appalti di lavori analoghi sono stati presentati ribassi del 30 per cento sul medesimo prezziario.

La S.A. ha, inoltre, fatto presente la travagliata genesi del progetto di che trattasi, avviato sulla base di un progetto preliminare che originariamente prevedeva un importo complessivo di € 6.802.791,00, successivamente suddiviso in due lotti funzionali.


Ritenuto in diritto


Con i pareri n.41/2007 e 76/2007, l’Autorità ha affrontato la questione della congruità dei prezziari utilizzati dalle stazioni appaltanti, evidenziando che il loro utilizzo non può prescindere, per il rispetto dei basilari principi di efficienza, efficacia e correttezza, da una verifica sostanziale della loro congruità in relazione alle condizioni di mercato.

In tale ottica si pone la previsione di cui all’articolo 133, comma 8 del d. Lgs. n. 163/2006, che recita “Le stazioni appaltanti provvedono ad aggiornare annualmente i propri prezzari, con particolare riferimento alle voci di elenco correlate a quei prodotti destinati alle costruzioni, che siano stati soggetti a significative variazioni di prezzo legate a particolari condizioni di mercato.”  

Inoltre, ai sensi degli articoli 34, 43 e 44 del d.P.R. 554/1999, il computo metrico definitivo dell’opera deve essere redatto utilizzando prezziari o listini ufficiali correnti nell’area interessata.

Nel caso di specie, appare oggetto di perplessità non solo ricorrere ad un listino stilato nel 1997, ma anche sottoporre detti prezzi ad un ulteriore ribasso del 14 per cento: si fa presente, infatti, che il livello dei ribassi proposti non può da solo provare la correttezza sostanziale delle scelte tecnico economiche, tenuto conto della primaria esigenza dell'Impresa a conquistare lavoro, per motivi di sopravvivenza economica e di qualificazione, né può ritenersi motivo di giustificazione l’eventuale limitatezza dei fondi a disposizione da parte della S.A.


In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio


ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che non è conforme all’articolo 133, comma 8 del d. Lgs. n. 163/2006 l’utilizzo, nell’appalto in esame, del prezziario regionale dell’anno 1997.


IL CONSIGLIERE RELATORE

Andrea Camanzi


IL PRESIDENTE

Luigi Giampaolino


Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 19 dicembre 2007