Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori , servizi e forniture

Parere n.152 del 13 dicembre 2007


PREC457/07


Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo n. 163/2006 presentata dalla Bianchi Costruzioni s.a.s. – affidamento degli interventi di manutenzione generale degli edifici provinciali scolastici e vari siti nell’area nord, area centro, area sud – anno 2007/2008. Gara area nord; gara area centro; gara area sud. S.A. Provincia di Alessandria.


Il Consiglio


Vista la relazione dell’Ufficio Affari Giuridici


Considerato in fatto


In data 31.5.2007 la Provincia di Alessandria ha bandito l’appalto indicato in oggetto, suddiviso in tre tornate – area nord, area centro e area sud- il cui disciplinare di gara prevedeva, a pena di esclusione, la presentazione dell’istanza di ammissione redatta utilizzando l’apposito modello predisposto dall’Amministrazione.

Il 3° capoverso del paragrafo 2° del citato disciplinare disponeva che il modulo doveva essere compilato integralmente.

Il paragrafo 7 punto 1), del medesimo disciplinare, disponeva la sanzione dell’esclusione in caso di mancata presentazione, in tutto o in parte, della documentazione amministrativa richiesta al paragrafo 2, punti A-B-C-D, ovvero la presentazione di documentazione affetta da irregolarità non sanabili.

In data 23 luglio 2007 è pervenuta all’Autorità l’istanza di parere in oggetto con la quale l’impresa Bianchi Costruzioni s.a.s. ha contestato l’esclusione dalla gara in esame per non aver compilato il punto del modello di autodichiarazione nel quale si richiede l’indicazione delle posizioni assicurative mantenute dall’impresa presso i competenti Enti Previdenziali.

A parere dell’impresa istante, l’omissione contestata costituisce una irregolarità suscettibile di essere sanata con una richiesta di integrazione documentale.

In sede di istruttoria procedimentale, la S.A. ha rappresentato che l’aver lasciato in bianco la voce relativa alle posizioni assicurative ha configurato l’ipotesi di omessa dichiarazione, assimilabile alla mancata presentazione della documentazione probatoria che doveva essere sostituita, nel caso specifico, dalla dichiarazione sostitutiva. La S.A. ha specificato l’autonoma valenza della dichiarazione relativa alle posizioni assicurative, in quanto la stessa sostituisce le corrispondenti attestazioni degli enti competenti; trattasi di un dato, ha aggiunto l’Amministrazione, che viene successivamente verificato mediante la richiesta d’ufficio del DURC.

In tali evenienze, ha evidenziato la S.A., non è possibile integrare la documentazione, attesa la totale mancanza della stessa.


Ritenuto in diritto


In precedenti espressioni di parere l’Autorità, nel concorde orientamento della giurisprudenza amministrativa, ha espresso l’avviso secondo il quale non ricorrono le condizioni per una integrazione documentale della dichiarazione sostitutiva, nel caso in cui attraverso l’integrazione si determina non una specificazione del contenuto della dichiarazione resa, ma una sua integrazione ex post, con conseguente violazione del principio della par condicio.

L’Autorità sul punto ha chiarito che è possibile procedere all’integrazione documentale esclusivamente nel caso in cui la dichiarazione richiesta dalla disciplina di gara sia stata in qualche forma presentata e necessiti di chiarimenti: nel caso di specie la voce relativa alle posizioni assicurative è stata lasciata in bianco e, pertanto, la relativa dichiarazione sostitutiva risulta non resa.


In base a quanto sopra considerato


Il Consiglio


ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che l’esclusione dell’impresa Bianchi Costruzioni s.a.s. è conforme alla normativa di settore.


IL CONSIGLIERE RELATORE

Piero Calandra


IL PRESIDENTE

Luigi Giampaolino


Depositato presso la segreteria del Consiglio in data 23 gennaio 2008