Parere n.25 del 12/3/2015

PREC   139/14/L

OGGETTO:  Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7,  lettera n) del d.lgs. 163/2006 presentata da C.R.C. di Cammisuli Roberto  – Procedura aperta per l’affidamento dei  lavori concernenti il complesso scolastico ex Verga – Bonifica manufatti  contenenti amianto – Importo a base di gara: euro 139.249,50 – Criterio di  aggiudicazione: prezzo più basso – S.A.:  Comune di Arona  (NO)


Requisiti di  qualificazione per lavori sotto soglia
Per  i contratti di lavori di importo pari o inferiore a 150.000 euro si applicano  le disposizioni di cui all’art. 90, d.p.r. 207/2010, fermo restando che,  qualora il concorrente sia comunque in possesso dell’attestazione SOA per  categoria analoga ai lavori indicati nel bando di gara, la stessa è sufficiente  a comprovare il possesso dei requisiti.
Art. 90, d.p.r. 207/2010

Il  Consiglio

VISTA l’istanza presentata in data 29  aprile 2014 con la quale l’impresa C.R.C. di Cammisuli Geom. Roberto contesta  il bando di gara pubblicato dal Comune di Arona per l’affidamento di lavori  relativi al complesso scolastico ex Verga riguardanti la “Bonifica manufatti contenenti amianto” adducendo i seguenti motivi: a) illegittimamente  è stato previsto come requisito di partecipazione il possesso di attestazione  di qualificazione per lavori di valore inferiore a euro 150.000,00; b)  erroneamente è stata richiesta l’attestazione di qualificazione per la categoria  OG12 allorquando dal computo metrico estimativo si evince che i lavori rientrerebbero  prevalentemente nella categoria OG1; c) illegittimamente è stato richiesto come  requisito professionale l’iscrizione all’albo nazionale dei gestori ambientali  nella categoria 10A - 10B allorquando le lavorazioni per le quali il requisito  è necessario ammontano ad un importo inferiore al 30% della categoria  prevalente e sono interamente subappaltabili;
VISTO l’avvio del procedimento  comunicato con nota del 4.06.2014;
VISTE le memorie trasmesse dal Comune di  Arona e dall’impresa istante;
CONSIDERATO che  l’impresa istante veniva esclusa dalla procedura di gara con provvedimento motivato  in ragione della mancanza del possesso del requisito di iscrizione all’Albo dei  Gestori Ambientali  categoria 10A e 10B  come previsto all’art. 212, comma 5, del d.lgs. 152/2006, per classe idonea ai  lavori da eseguire (nel caso in oggetto minimo Classe D da 51.645,69 € a  413.165,52 €);
CONSIDERATO che per  i contratti di lavori di importo pari o inferiore a 150.000 euro si applicano  le disposizioni di cui all’art. 90, d.p.r. 207/2010, fermo restando che,  qualora il concorrente sia comunque in possesso della attestazione SOA per  categoria analoga ai lavori indicati nel bando di gara, la stessa è sufficiente  a comprovare il possesso dei requisiti (parere di precontenzioso n. 13 del  29.07.2014);
VISTA quindi la  legittimità del bando di gara che prevede come facoltativo il possesso dell’attestazione  SOA in alternativa al possesso dei requisiti di cui all’art. 90, d.p.r.  207/2010;
CONSIDERATO che l’appalto  ha per oggetto la manutenzione straordinaria del tetto del complesso scolastico  ex Verga con smaltimento dell’amianto, l’intervento consistendo in lavori che  possono complessivamente ricondursi ai lavori descritti nell’ambito della  categoria prevalente OG12 “Opere ed impianti di bonifica e protezione ambiente”;
CONSIDERATO che,  come evidenziato dalla stazione appaltante, l’importo delle lavorazioni legate  alla presenza dell’amianto risulta pari a 58.146,34 con la conseguenza che era  necessario che la ditta fosse iscritta all’Albo dei Gestori Ambientali, poiché  la stessa non avrebbe potuto adottare gli opportuni accorgimenti e le  protezioni del personale necessarie ad evitare la contaminazione, né avrebbe le  competenze ad evitare danni all’ambiente circostante;

Il  Consiglio

ritiene, nei limiti di cui  in motivazione, con riferimento ai profili di doglianza esaminati, che il bando  di gara sia legittimo. 

Raffaele Cantone

Depositato presso la segreteria del  Consiglio in data 25 marzo 2015
Il Segretario Maria Esposito

Documento formato .pdf