Parere n.26 del 12/3/2015

PREC 149/14/S

OGGETTO: Istanza di parere per la  soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del d.lgs.163/2006  presentata da Arch. Paolo Iannizzotto – Affidamento del servizio di progettazione definitiva, esecutiva,  coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione,  direzione lavori, misura e contabilità – Importo a base di gara euro 91.096,59  - S.A. Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore  “G. Carducci” di Comiso (RG). Modello G.A.P. – mancata  compilazione – mancanza di una comminatoria di esclusione - integrazione
In mancanza di una  espressa comminatoria di esclusione, la mancata compilazione del modello GAP  all’interno della domanda di ammissione avrebbe dovuto formare oggetto di una  richiesta di integrazione della documentazione.
Art. 46 d.lgs. 163/2006

Il Consiglio

VISTA  l’istanza di parere prot. n. 60767 del 26 maggio 2014 presentata dall’Arch. Paolo Iannizzotto nell’ambito  della procedura in oggetto, con la quale si chiede  parere all’Autorità in ordine alla legittimità della propria esclusione a  motivo della mancata compilazione del modello G.A.P.;

VISTO  l’Avviso di selezione predisposto dalla S.A. e in particolare le cause di  esclusione indicate al punto 14.1 e il contenuto della domanda di ammissione,  in particolare punto A.1 16, nonché il modello di domanda;

VISTA la memoria della S.A.;

CONSIDERATO  che il modello G.A.P., istituito dalla legge 12 ottobre 1982, n. 726, di  conversione del  d.l. 6 settembre 1982, n. 629 al fine di  consentire all'Alto Commissario per il coordinamento della lotta contro la  delinquenza mafiosa di avere immediato accesso a notizie di carattere  organizzativo, finanziario e tecnico delle imprese partecipanti a gare  pubbliche e che pertanto l'obbligo di presentare detto modello sin dalla  fase del concorso risponde ad un'esigenza non formale ma sostanziale. Nel caso di specie, tuttavia, l'analisi dell’avviso di selezione evidenzia come non fosse  richiesto a pena di esclusione che la domanda di ammissione dovesse contenere,  tra l'altro, il modello GAP.

RITENUTO che, qualora  la lex specialis commini espressamente l’esclusione dalla gara in conseguenza  di determinate prescrizioni, l’Amministrazione è tenuta a dare precisa ed  incondizionata esecuzione alle stesse, restando preclusa all’interprete ogni  valutazione circa la rilevanza dell’inadempimento, la sua incidenza sulla  regolarità della procedura selettiva e la congruità della sanzione contemplata  nella lex specialis, alla cui osservanza la stessa Amministrazione si è  autovincolata al momento dell’adozione del bando (cfr. AVCP pareri n. 215 del  17 settembre 2008 e n. 262 del 17 dicembre 2008). A contrario, la declaratoria  di esclusione non è consentita quando essa non sia espressamente contemplata  dalla disciplina di gara (AVCP Parere n.188 del 20 novembre 2013).
In giurisprudenza si afferma in maniera del  tutto univoca che “il principio di tutela dell'affidamento e quello secondo cui  la volontà di sanzionare con l'esclusione l'inosservanza di una specifica  modalità di presentazione delle offerte deve essere chiaramente espressa nel  bando di gara, rimanendo preclusa, in mancanza di tale univoca sanzione, ogni  diversa interpretazione in ordine alle conseguenze delle ipotizzate  irregolarità” (cfr. T.A.R. Sicilia Catania, sez. III, 29 aprile 2011, n. 1071).

RILEVATO che sulla questione posta può  decidersi ai sensi dell’art. 8 del Regolamento sull’esercizio della funzione di  componimento delle controversie di cui all’art. 6, comma 7, lett. n) del  decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio

ritiene,  nei limiti di cui in  motivazione che:

       
  • L’esclusione è illegittima in quanto, in assenza  di una espressa comminatoria di esclusione, la mancata compilazione del modello  GAP all’interno di una regolare domanda di ammissione avrebbe dovuto formare  oggetto di una richiesta di integrazione.

Raffaele Cantone

Depositato presso la  Segreteria del Consiglio in data 25 marzo 2015

Il Segretario Maria Esposito

Documento formato .pdf