Parere n.30 del 12/3/2015

PREC  157/14/S
Oggetto: istanza di parere per la  soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del decreto  legislativo 12 aprile 2006, n. 163 presentata dalla Gielle di Galantucci Luigi  – Procedura ristretta con aggiudicazione al prezzo più basso per prestazioni di  adeguamento alle norme tecniche vigenti (NAV-70-8120-0002-14-00B000) e  sostituzione dei recipienti in pressione e delle valvole di sicurezza di bordo  e relative lavorazioni accessorie, da eseguirsi su UU.NN., Mezzi minori e  galleggianti della MMI – Suddivisione in tre lotti – Importo a base di gara  euro 776.000,00 oltre costi da interferenze pari a euro 24.000,00. S.A.:  Ministero della Difesa, Segretariato Generale della difesa e Direzione  nazionale degli armamenti Direzione Armamenti Navali.
Requisiti  di capacità tecnica – Iscrizione al Registro Telematico Nazionale FGAS.
La richiesta di iscrizione al Registro  Telematico Nazionale Fgas, alla stregua dell’iscrizione all’Albo Nazionale  Gestori Ambientali, può essere considerato quale requisito di esecuzione in  quanto presupposto legittimante per la stipula del relativo contratto di  appalto.
D.p.r.  del 27 gennaio 2012, n. 43.

Il  Consiglio

VISTA l’istanza di parere prot. n. 53674  del 9 maggio 2014 presentata dall’impresa Gielle di Galantucci Luigi relativamente  alla procedura ristretta  con aggiudicazione al prezzo più basso per prestazioni di adeguamento alle  norme tecniche vigenti (NAV-70-8120-0002-14-00B000) e sostituzione dei  recipienti in pressione e delle valvole di sicurezza di bordo e relative  lavorazioni accessorie, da eseguirsi su UU.NN., Mezzi minori e galleggianti  della MMI;
VISTO in particolare, il quesito  formulato in ordine alla presunta illegittimità dell’esclusione disposta a  carico della impresa Gielle in quanto risultata sprovvista del richiesto  certificato di iscrizione dell’impresa al registro telematico nazionale FGAS,  in corso di validità. Inoltre, l’istante ritiene che l’iscrizione al registro  telematico Fgas deve essere considerata quale requisito di esecuzione alla  stregua dell’iscrizione all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali;
VISTO l’avvio dell’istruttoria avvenuto  in data 11 giugno 2014;
VISTA la memoria inoltrata in data 20  giugno 2014 dalla stazione appaltante la quale precisa che la concorrente in  questione è stata esclusa poiché il certificato richiesto in corso di validità  non è stato presentato nel rispetto dei termini di cui all’art. 48 d.lgs.  163/2006, né è stata data all’amministrazione la possibilità di fare alcuna  valutazione in proposito dal momento che nulla è stato dichiarato sul rilascio  del certificato. Inoltre, ritiene che la documentazione prodotta riguardante un  dipendente iscritto al registro telematico nazionale FGAS, non corrisponde a  iscrizione dell’impresa in quanto è elemento che concorre al rilascio della  stessa;
RILEVATO che sulla questione può  decidersi ai sensi dell’art. 8 del Regolamento sull’esercizio della funzione di  componimento delle controversie di cui all’art. 6, comma 7, lett. n) del d.lgs.  163/2006;
CONSIDERATO che la stazione  appaltante ha richiesto nel bando di gara, a pena di esclusione, quale  condizione di partecipazione, tra i requisiti di capacità tecnica, tra l’altro,  la dimostrazione dell’iscrizione dell’impresa al Registro telematico nazionale  Fgas;
CONSIDERATO che, nel caso in esame,  risulta che l’impresa Gielle, abbia presentato domanda di partecipazione,  allegando copia di un certificato provvisorio per lo svolgimento dell’attività  indicata nel d.p.r. n. 43 /2012 (in tema di gas fluoranti ad effetto serra) rilasciato  in proprio favore, con conseguente invito da parte della stazione appaltante a  presentare la relativa offerta;
RILEVATO che, secondo quanto previsto  nel sopra indicato decreto l’iscrizione al suddetto registro, è condizione  necessaria per ottenere le certificazioni e gli attestati per quelle imprese e  quei soggetti che svolgono le attività espressamente previste dalla disciplina  in questione;
CONSIDERATO in generale che, in presenza di norme di settore che  prevedono una specifica idoneità per l'esecuzione di determinate prestazioni  richieste dall'appalto, quale ad esempio l'iscrizione ad Albi, la richiesta del  relativo possesso rileva esclusivamente come requisito da dimostrare in fase di  esecuzione e non come condizione per la partecipazione alla gara;
RITENUTO  che sembra coerente poter considerare l’iscrizione al Registro  telematico nazionale Fgas allo stesso modo dell’iscrizione all’Albo Nazionale  Gestori Ambientali, con la conseguenza che il relativo possesso della stessa andrà  verificato in sede di esecuzione degli obblighi contrattuali;
CONSIDERATO  comunque che la stazione appaltante, al fine di assicurare l’individuazione di  idonei partecipanti, con riferimento alla necessaria capacità tecnica per  accedere alla procedura de qua, abbia  ampiamente individuato i relativi requisiti, sia riguardo allo svolgimento di  prestazione pregresse, sia riguardo al possesso di certificazioni di qualità  relative ai campi di attività oggetto dell’appalto,

Il  Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in  motivazione, non conforme alla normativa di settore l’operato della stazione  appaltante laddove richiede quale condizione di partecipazione anche  l’iscrizione al Registro Telematico  Nazionale Fgas.

Raffaele Cantone

Depositato  presso la Segreteria del Consiglio in data 25 marzo 2015

Il  Segretario Maria Esposito

Documento  formato .pdf