PARERE  N.  100 del 10 giugno 2015

PREC 203/14/S
OGGETTO: Istanza di parere per la  soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs.  163/2006 presentata da MAG JLT S.p.A. – Procedura di gara per l’affidamento di  servizi di consulenza e intermediazione assicurativa – Criterio di  aggiudicazione: prezzo più basso - Importo a base d’asta: euro 1.500.000,00 –  S.A.: ASL 3 di Napoli
Sottoscrizione  del disciplinare di gara  
La mancata sottoscrizione in ogni pagina  del disciplinare di gara non è idonea a integrare una legittima causa di  esclusione dalla procedura di gara e la relativa previsione del bando di gara  deve ritenersi nulla, la stazione appaltante dovendo piuttosto procedere ad  invitare il concorrente, ai sensi dell’art. 46, comma 1, d.lgs. 163/2006, a completare  i documenti presentati.
Art.  46, d.lgs. 163/2006

Il Consiglio

Vista l’istanza del 13 giugno 2014 con  la quale la MAG JTL S.p.A. chiede all’Autorità un parere in merito alla  legittimità del provvedimento di esclusione dalla gara adottato nei suoi  confronti dall’ASL3 di Napoli con provvedimento del 27.01.2014 e motivato in  ragione della mancata sottoscrizione - in ogni pagina per accettazione - da  parte del legale rappresentante e/o procuratore speciale di copia del  disciplinare di gara; 
Visto l’avvio dell’istruttoria avvenuto  in data 4 settembre 2014;
Viste le memorie delle parti;
Considerato che l’ASL3 di Napoli ha  sospeso la procedura nelle more del rilascio del parere di precontenzioso  richiesto e ciò nonostante l’istanza di precontenzioso risulti essere stata  presentata diversi mesi successivi alla comunicazione del provvedimento di  esclusione;
Considerato che la questione sottoposta  all’attenzione dell’ANAC riguarda il tema, ampiamente esaminato dall’Autorità,  concernente il principio di tassatività delle cause di esclusione e i  presupposti per l’esercizio del soccorso istruttorio da parte delle stazioni  appaltanti ai sensi dell’art. 46, comma 1, d.lgs. 163/2006;
Rilevato che sulla questione può  decidersi ai sensi dell’art. 8 del Regolamento sull’esercizio della funzione di  componimento delle controversie di cui all’art. 6, comma 7, lett. n) del  decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163;
Rilevato che la mancata sottoscrizione in  ogni pagina dei documenti indicati non è idonea a integrare una legittima causa  di esclusione dalla procedura di gara e la relativa previsione del bando di  gara deve ritenersi nulla, la stazione appaltante dovendo piuttosto procedere  ad invitare il concorrente, ai sensi dell’art. 46, d.lgs. 163/2006, a completare  i documenti presentati secondo le indicazioni della lex specialis di gara (per casi analoghi si vedano: pareri di  precontenzioso nn. 154 del 25.09.2013, 203 del 5.12.2012, 183 del 7.11.2012; si  vedano, altresì, in tema di soccorso istruttorio ex art. 46, d.lgs. 163/2006 la  Determinazione n. 4/2012 e la Determinazione n. 1/2015);
Pertanto, in ragione di quanto sopra  rilevato e considerato,

il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in  motivazione, che l’istanza sia fondata in quanto la mancata sottoscrizione in  ogni pagina del disciplinare di gara non è idonea a integrare una legittima  causa di esclusione dalla procedura di gara e la relativa previsione del bando  di gara deve ritenersi nulla, la stazione appaltante dovendo piuttosto procedere  ad invitare il concorrente, ai sensi dell’art. 46, comma 1, d.lgs. 163/2006, a completare  i documenti presentati.

 

Il  Presidente f.f.
Francesco Merloni

 

Depositato  presso la Segreteria del Consiglio in data 25 giugno 2015
Per il Segretario Maria Esposito:  Rosetta Greco

documento formato -pdf