PARERE N.  114 del 17 giugno 2015

PREC 265/14/L
Oggetto: istanza di parere per la soluzione delle  controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n), del d.lgs. 12 aprile 2006 n.  163 presentata dalla società Pisaniello Costruzioni Srl – “Completamento delle rete fognaria cittadina” - Importo a base di  gara: euro 1.685.113,25 – S.A.: Comune di Bonea
Offerta tecnica –  soluzioni tecniche migliorative – sottoscrizione da parte di un tecnico  abilitato – mancanza della sottoscrizione - esclusione - legittimità
È legittima l’esclusione per vizio di sottoscrizione di  un’offerta tecnica da parte di un tecnico abilitato, qualora il relativo  contenuto abbia una connotazione tale da necessitare di una specifica professionalità,  in linea con le delimitazioni degli ambiti di competenza dei professionisti  tecnici.
Articolo 74 del d.lgs. n.  163/2006
R.d. 11 febbraio 1929 n.  274

Il  Consiglio
VISTA l’istanza di parere, prot. n. 87788 del 4 agosto 2014,  con la quale la società Pisaniello Costruzioni Srl ha contestato l’esclusione  dalla procedura di gara in epigrafe per aver prodotto un’offerta tecnica non  sottoscritta da un tecnico abilitato, sostenendone l’illegittimità in quanto,  da un lato, il contenuto dell’offerta tecnica non riguardava progetti, bensì  solo migliorie e, dall’altro, l’offerta prodotta era, in ogni caso,  sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa, abilitato all’esercizio  della professione di geometra;
VISTO l’avvio dell’istruttoria avvenuto in data 30 ottobre 2014;
VISTA la documentazione prodotta in atti  e, in particolare, il contenuto della lex  specialis che, nella parte relativa all’offerta tecnica, ne descrive il  contenuto facendo riferimento a “soluzioni  migliorative e integrazioni tecniche proposte”, nonché ad “elaborati grafici delle eventuali proposte  offerte”; visto, altresì, il verbale di gara che disponeva l’esclusione dell’odierno  istante con la seguente motivazione “la  commissione, pertanto, avendo verificato che l’offerta tecnica riguarda  elaborati grafici relativi alle eventuali proposte offerte dal concorrente,  integrative o migliorative del progetto esecutivo posto a base di gara, nonché  computi metrici e quadri di raffronto, attività proprie di un tecnico  abilitato, provvede a comunicare l’esclusione”;
VISTE le memorie prodotte dalle parti;
CONSIDERATO che la questione giuridica controversa  prospettata dall’istante attiene alla legittimità o meno del provvedimento di  esclusione adottato per mancanza della sottoscrizione dell’offerta tecnica da  parte di un tecnico abilitato e che essa può essere decisa ai sensi  dell’articolo 8 del Regolamento  sull’esercizio della funzione di componimento delle controversie di cui  all’articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. n. 163/2006;
CONSIDERATO che, secondo le valutazioni effettuate dalla  stazione appaltante di cui alla documentazione in atti, il contenuto  dell’offerta tecnica, riguardando la presentazione di possibili soluzioni  migliorative al progetto posto a base di gara, sembra avere una connotazione  tecnica e grafica tale da necessitare una specifica competenza professionale e  dunque la sottoscrizione di un tecnico abilitato a svolgere tale attività;
CONSIDERATO, altresì, che in merito alla specifica  professionalità necessaria allo svolgimento di determinate attività tecnico-progettuali,  anche se migliorative del progetto posto a base di gara, possono rilevare le  distinzioni elaborate dai singoli ordini professionali, che delimitano  specificamente gli ambiti di competenza di ciascun professionista, anche in  considerazione delle disposizioni di cui al r.d. 11 febbraio 1929 n. 274 - in  particolare dell’articolo 16 che specifica l’oggetto e i limiti dell’esercizio  professionale di geometra - e degli approdi più recenti della giurisprudenza amministrativa (cfr., da ultimo, Consiglio di Stato,  sez. V, sentenza n. 883 del 23 febbraio 2015);
RITENUTO che la valutazione effettuata dalla stazione  appaltante sulle offerte migliorative presentate dai concorrenti di ritenere necessaria  la sottoscrizione dell’offerta tecnica da parte di un tecnico abilitato non  possa considerarsi in contrasto con l’ordinamento giuridico in materia;
RITENUTO, altresì, che la mancata indicazione nel bando di  gara di una specifica richiesta di sottoscrizione dell’offerta tecnica da parte  di un tecnico abilitato non costituisca di per sé ragione di illegittimità  della lex specialis o del  provvedimento adottato, in quanto il bando deve, in tale circostanza, ritenersi  eterointegrato dalle disposizioni speciali in materia di delimitazione delle  competenze professionali di geometri, ingegneri e architetti, secondo i  principi che regolano i vari ordinamenti professionali;

Il Consiglio
ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che il provvedimento  di esclusione adottato per mancata sottoscrizione dell’offerta tecnica da parte  di un tecnico abilitato sia conforme alla normativa di settore.

Il  Presidente f.f.

Francesco Merloni

Depositato presso la Segreteria del Consiglio  in data 25 giugno 2015
Il Segretario Rosetta Greco

Documento pdf