PARERE N.115 del 17  giugno 2015

PREC 16/15/L
OGGETTO: Istanze di parere per la soluzione delle  controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del d.lgs.163/2006 presentate dalla  S.A. e dall’Impresa edile Verlotta Costruzioni S.a.s. –  Procedura aperta per l’esecuzione dei lavori di adeguamento degli edifici  scolastici dell’I. C. di Castelcivita – Importo a base di gara: euro 230.423,88 - S.A. Istituto Comprensivo Statale di  Castelcivita (SA)
Offerta economica - Ribasso al  netto del costo della manodopera.
La  valutazione del prezzo deve avvenire mediante lo scorporo del costo del   personale dal resto delle voci indicate in sede di offerta dal  concorrente.
Artt. 82  e 83 d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Il Consiglio
VISTA l’istanza prot. n.  100703 del 18 settembre 2014 presentata dalla S.A. Istituto Comprensivo Statale  di Castelcivita (SA) , che chiede parere sulla  legittimità dell’esclusione della ditta TGV dalla gara in oggetto per aver  indicato nell’offerta economica un importo   che non corrisponde alla percentuale di ribasso dichiarata, in  quanto offriva il prezzo derivante dal Sommario del Computo Metrico Estimativo  ribassato del 7,13% a cui aggiungeva il costo della manodopera non soggetto a  ribasso;
VISTA l’istanza prot. n.  139637 del 10 dicembre 2014 presentata dall’Impresa  edile Verlotta Costruzioni S.a.s. di Verlotta Raffaele & C., esclusa in  quanto l’importo dell’offerta economica «non corrisponde alla percentuale di  ribasso indicata in offerta ma, essendo addirittura superiore all’importo dei  lavori a base d’asta, pone condizioni meno vantaggiose», che chiede parere  sulla legittimità dell’operato della commissione di gara, che avrebbe computato  nel prezzo offerto anche le migliorie, in realtà offerte a titolo gratuito;
VISTE le memorie pervenute;
VISTO il bando di gara, che  prevede al punto 5 «Importo a base di gara a corpo, pari a complessivi euro  349.964,23 così composto: totale lavori posti a base d’asta euro 230.423,88 (di  cui euro 53.980,88 quale incidenza della manodopera) al netto degli oneri della  sicurezza»; e il disciplinare di gara che, nel descrivere il contenuto  dell’offerta tecnica, prescrive di riportare le quantità di tutti gli articoli  di lavoro senza far riferimento ai relativi prezzi, pena l’esclusione, e al punto  3.1 prevede che «all’offerta economica dovrà essere allegato, a pena di  esclusione, il Sommario del Computo Metrico Estimativo di Offerta redatto  applicando alle quantità […] i prezzi unitari netti offerti. In tal modo si  formerà il corrispettivo di appalto a corpo che, confrontato con il termine a  base d’asta, oneri di sicurezza esclusi, definisce il ribasso offerto e  riportato nella dichiarazione di offerta in cifre e lettere.»;
VISTO  l’atto di segnalazione  A.V.C.P. n. 2 del 19 marzo 2014 e il Parere di  precontenzioso n. 26 del 5 agosto 2014, dove è specificato che la valutazione  del prezzo deve avvenire mediante lo scorporo del costo del  personale dal  resto delle voci indicate in sede di offerta dal concorrente;

RITENUTO che nel caso di specie il bando di gara poneva  a base d’asta un importo per lavori di cui euro 53.980,88 quale incidenza della  manodopera, e quindi era chiaro che tale costo doveva essere scorporato dal  resto delle voci offerte; inoltre, al fine di individuare il ribasso offerto, non  era richiesta dalla lex specialis la contabilizzazione delle migliorie;

RILEVATO  che sulla questione posta può decidersi ai sensi dell’art. 8 del Regolamento  sull’esercizio della funzione di componimento delle controversie di cui  all’art. 6, comma 7, lett. n) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio
ritiene,  nei limiti di cui in  motivazione che:

       
  • non è legittima l’esclusione della ditta TGV  in quanto la valutazione del prezzo deve  avvenire mediante lo scorporo del costo del  personale dal resto delle  voci indicate in sede di offerta dal concorrente;
  •    
  • è legittima l’esclusione della ditta Verlotta Costruzioni S.a.s. di Verlotta Raffaele & C. in  quanto al fine di definire il ribasso offerto non era richiesta  la contabilizzazione delle migliorie offerte.

Il Presidente f.f.

Francesco Merloni

Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data 25  giugno 2015

Il Segretario Rosetta Greco

Documento pdf