PARERE N. 140 DEL 26 agosto 2015

PREC 65/15/L

OGGETTO: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del d.lgs.163/2006 presentata dalla S.A. Comune di Portici – Lavori di riqualificazione del campo comunale “San Ciro” sito in via Farina, con l’adeguamento normativo del manto di gioco con erba artificiale – Importo a base di gara: euro 603.103,15 - S.A. Comune di Portici (NA)
Formula da utilizzare per l’attribuzione del punteggio all’offerta economica
La formula da utilizzare per l’attribuzione del punteggio all’offerta economica deve consentire di attribuire l’intero range dei punteggi, variabile da zero al massimo fissato nel bando.
Art. 83 d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163; Allegato G d.p.r. 5 ottobre 2010, n. 207

Il Consiglio

VISTA l’istanza prot. n. 14521 del 10 febbraio 2015 presentata dal Comune di Portici, con la quale si chiede parere in ordine al corretto calcolo nella valutazione dell’offerta economica in quanto il secondo classificato Sport Engineering S.r.l. presentava preavviso di ricorso deducendo l’erroneità dei calcoli effettuati dalla Commissione di gara;

VISTE le memorie dell’istante, del primo classificato SA.GI Costruzioni e Restauri S.r.l. e di Sport Engineering S.r.l., che lamenta l’errato utilizzo, da parte della Commissione, della formula per appalti “a misura” in luogo di quella per appalti “a corpo”;

VISTO il disciplinare di gara e il verbale di attribuzione del punteggio dell’offerta economica;

VISTA la determinazione 24 novembre 2011, n. 7 par. 5, dove si precisa che «le procedure e le formule stabilite nel Regolamento consentono di attribuire il punteggio stabilito nel bando di gara in tutti i suoi valori. In ogni caso, al valore più favorevole (nel caso del prezzo: ribasso massimo o prezzo minimo) deve corrispondere il coefficiente pari ad uno ed al valore meno favorevole (nel caso del prezzo: ribasso zero o prezzo posto a base di gara) deve corrispondere il coefficiente pari a zero. La giurisprudenza ha, in diverse occasioni, confermato che le formule devono essere tali da rendere possibile l’attribuzione dell’intero range dei punteggi, variabile da zero al massimo fissato nel bando. Al riguardo, le formule previste nel Regolamento garantiscono il rispetto di tali principi: si tratta di formule di tipo lineare che garantiscono l’equilibrio tra i criteri di valutazione»; la giurisprudenza più recente (Consiglio di Stato sez. V 23/2/2015 n. 856) ha rimarcato che «il coefficiente deve essere ottenuto mediante il rapporto tra i ribassi e non già i prezzi offerti in valore assoluto. Deve sottolinearsi al riguardo che solo questo metodo consente di rispettare la dovuta proporzionalità tra le offerte presentate in relazione all’elemento che ne consente la discriminante dal punto di vista valutativo, e cioè appunto il ribasso sulla base d’asta» (v. anche Consiglio di Stato sez. V 25/6/2014 n. 3203);

RITENUTO che, nel caso di specie, sebbene la doglianza del secondo classificato Sport Engineering appaia mal formulata, in quanto non vi è differenza tra appalti “a corpo” o “a misura” con riguardo alla formula di attribuzione del punteggio all’elemento prezzo, si rileva che la formula prevista nel disciplinare di gara e utilizzata dalla Commissione, pi = 30 x (prezzo più vantaggioso)/(prezzo offerto), non è proporzionale e non consente di attribuire l’intero range dei punteggi, variabile da zero al massimo fissato nel bando;

RILEVATO che sulla questione posta può decidersi ai sensi dell’art. 8 del Regolamento sull’esercizio della funzione di componimento delle controversie di cui all’art. 6, comma 7, lett. n) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in  motivazione che:

  • la formula prevista nel disciplinare e utilizzata dalla Commissione di gara non è conforme alla normativa di settore in quanto non è proporzionale e non consente di attribuire l’intero range dei punteggi, variabile da zero al massimo fissato nel bando.

Il Presidente

Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data 10 settembre 2015
Il Segretario Adele Fioroni

Formato pdf