PARERE N. 170 DEL 7 ottobre 2015

PREC 79/15/F

OGGETTO: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del d.lgs.163/2006 presentata da  Eurolab S.r.l. – Fornitura in economia a cottimo fiduciario mediante MEPA di attrezzature scientifiche e informatiche di cui al progetto PON “Laboratorio di Navigazione e Macchine” – Importo a base di gara del Lotto 1: euro 67.230,00 - S.A. Istituto Statale d’Istruzione Secondaria Superiore ITN-ITG-IPS di Riposto (CT)
Criterio del prezzo più basso – conformità del prodotto a requisiti tecnici minimi
Una fornitura da aggiudicarsi attraverso il criterio del prezzo più basso ex art. 82 del d. lgs. 163/2006, richiede unicamente di accertare la conformità del prodotto ai requisiti tecnici previsti.
Artt. 82 d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Il Consiglio

VISTA l’istanza prot. n. 16481 del 13 febbraio 2015 presentata da Eurolab S.r.l., che lamenta l’esclusione dalla procedura in oggetto, relativa al lotto 1, a motivo della mancata corrispondenza di un dato tecnico ai requisiti minimi richiesti e sostiene che la S.A. non abbia correttamente esaminato la propria offerta tecnico-economica, generata dal sistema MEPA, in quanto il dato della scheda tecnica del produttore, ritenuto insufficiente dalla S.A. (memoria RAM di 4 GB invece che di 8 GB), se visionato unitamente all’offerta economica (dove era specificato «4 GB in dotazione più 4 GB in espansione a ns. cura»), avrebbe corrisposto a quanto richiesto, visto che il disciplinare non chiariva la separazione tra  valutazione dell’offerta tecnica ed economica;

VISTE le memorie dell’istante e della S.A., la quale evidenzia che la scheda tecnica presentata da Eurolab S.r.l. riportava una memoria RAM di 4 GB mentre il capitolato richiedeva come minimo 8 GB; risulta pertanto che la Commissione procedeva all’esclusione e specificava che la piattaforma informatica MEPA non consente la visione dell’offerta economica fino a che non sia accolta la proposta tecnica;

VISTO il disciplinare di gara che al punto 7 prevede che nella “BUSTA B-OFFERTA TECNICO/ECONOMICA” venissero inserite 1)l’offerta economica generata dal sistema sottoscritta digitalmente (obbligatorio) e 2)le schede tecniche dei prodotti offerti (obbligatorio), e al punto 8 che la valutazione sarà effettuata sulla base del prezzo più basso; e il capitolato che prevedeva una memoria RAM di 8 GB;

VISTA la giurisprudenza, che evidenzia come una fornitura da aggiudicarsi attraverso il criterio del prezzo più basso, ex art. 82 del d. lgs. 163/2006, richiede unicamente di accertare la conformità del prodotto ai requisiti tecnici previsti al fine di assolvere efficacemente alle funzioni indicate (TAR Campania Napoli sez. V 29 aprile 2015 n. 2435);

RITENUTO che, nel caso di specie, il disciplinare era chiaro nel prevedere che occorrevano l’offerta economica generata dal sistema e le schede tecniche; la scheda tecnica prodotta dall’istante recava un valore di memoria RAM inferiore al minimo richiesto e quindi non era conforme ai requisiti minimi;

RILEVATO che sulla questione posta può decidersi ai sensi dell’art. 8 del Regolamento sull’esercizio della funzione di componimento delle controversie di cui all’art. 6, comma 7, lett. n) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in  motivazione che:

  • è legittima l’esclusione della ditta Eurolab S.r.l. in quanto la procedura richiedeva unicamente di accertare la conformità del prodotto ai requisiti tecnici minimi previsti e la scheda tecnica, la cui allegazione era espressamente richiesta dal disciplinare, recava un valore di memoria RAM inferiore al minimo richiesto.

Raffaele Cantone

Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data 15 ottobre 2015
Il segretario Maria Esposito

Formato pdf – 165 kb