DELIBERA N. 502  DEL 5 luglio 2019
OGGETTO: Istanza di parere  per la soluzione delle controversie ex art. 211 del  decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50/2016 presentata da Ance/ Comune di Milano – Procedura  aperta per l’affidamento dei lavori di manutenzione per la conservazione di  fontane e monumenti – Lotto A. CIG: 73627838BC. Importo a base di gara:  4.532.799,79 euro.  
PREC. 68/19/L                        

Il  Consiglio


VISTA l’istanza prot. n.46227 del 30 maggio 2018 con cui l’ANCE  Associazione Nazionale Costruttori Edili chiedeva un parere sulla legittimità della procedura d gara in  oggetto segnalando la presenza di criteri di valutazione dell’offerta tecnica  che nasconderebbero la richiesta di prestazioni aggiuntive senza alcun compenso  e finirebbero per privilegiare l’elemento economico inficiando il criterio di  valutazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa;
VISTO l’avvio dell’istruttoria avvenuto in data 24 maggio  2019;                                                                                                                                                                                                                   
VISTE le memorie e la documentazione prodotte dalle parti;
RILEVATO che il bando di gara prevede, nell’ambito dei 30  punti assegnati per la valutazione dell’offerta tecnica, i seguenti criteri:
A1 - rilievo metrico con laser scanner 3D, restituzione  grafica dei materiali e del degrado di alcuni manufatti oggetto del contratto;
A2 – monitoraggio e rilievo video-fotografico in quota;
A3- modalità di esecuzione delle attività d cui ai criteri A1  e A2 comprensive degli eventuali elementi aggiuntivi;
e specifica che:” i  criteri adottati sono rivolti all’acquisizione di una migliore conoscenza,  anche attraverso elementi aggiuntivi, dei manufatti oggetto dell’appalto,  propedeutica e presupposto alla migliore esecuzione degli interventi  manutentivi in funzione della qualità e del pregio tecnico ottenibili  nell’ambito del patrimonio monumentale, in diversi casi sottoposto a tutela, in  carico all’Amministrazione”.
CONSIDERATO che, come si afferma nella delibera Anac n. 7 del  28 aprile 2015, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale serie generale n. 111 del  15 maggio 2015) Linee guida per l’affidamento dei servizi di  manutenzione degli immobili: “  Il servizio di manutenzione  degli immobili, nella prassi, include molteplici prestazioni, tra cui lo  svolgimento di servizi in senso proprio (ad esempio, le attività di  coordinamento degli interventi, la conduzione e la gestione degli impianti) e  altre attività che, nei limiti che saranno precisati nel prosieguo, sono  qualificate come lavori (ad esempio, gli interventi di riparazione o di  sostituzione degli impianti).Per procedere al corretto inquadramento  dell’appalto è necessario, in primo luogo, fare riferimento alla disciplina dei  contratti misti, di cui all’art. 14 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n.  163, corrispondente all’attuale art. 28 D.lgs.50/2016;
CONSIDERATO che prassi e  giurisprudenza hanno ritenuto di far rientrare   la “manutenzione” nell’ambito dei lavori pubblici nei casi in cui  l’attività dell’appaltatore comporti  un’azione prevalente ed essenziale di modificazione della realtà fisica  (c.d. quid novi) che prevede l’utilizzazione, la manipolazione e  l’installazione di materiali aggiuntivi e sostitutivi non inconsistenti sul  piano strutturale e funzionale (cfr. pareri di precontenzioso dell’Avcp del 13  giugno 2008, n. 184, del 21 maggio 2008, n. 151, del 3 ottobre, 2007, n. 55);
RILEVATO che nel caso di specie  l’appalto è stato ritenuto inerente i lavori, infatti in base all’allegato A  del Regolamento, la manutenzione degli impianti idrici o elettrici rientra  nell’ambito delle lavorazioni previste, rispettivamente, nelle categorie OS3 e  OS30;
CONSIDERATO che trattandosi di  beni di interesse artistico culturale per cui è richiesta la cat. OG2, i  rilievi metrici e topografici delle opere architettoniche in 2 o in 3 D sono da  ritenere preliminari e propedeutici per la corretta esecuzione dei lavori,  destinate a formulare un quadro predittivo delle attività di manutenzione;
RILEVATO che gli oneri per tali  analisi propedeutiche: “per rilievi, tracciati, verifiche ed esplorazioni, così  come per il rilascio dei disegni costruttivi” rientrano, secondo quanto  previsto dal capitolato speciale d’appalto, nelle spese generali a carico  dell’appaltatore;
RITENUTO quindi che le tecnologie  adottate nell’effettuazione dei rilievi metrici non siano da considerarsi opere  ulteriori e aggiuntive ma piuttosto elementi di qualità dell’offerta cui è  legittimo ricondurre coefficienti di punteggio nell’ambito del calcolo  dell’offerta economicamente più vantaggiosa (vd. Linee Guida n. 2, di  attuazione del D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Offerta economicamente  più vantaggiosa” Approvate dal Consiglio dell’Autorità con Delibera n. 1005,  del 21 settembre 2016);
RILEVATO che, come precisa nella  propria memoria il Comune di Milano: “l’approfondimento che è stato valorizzato  in sede di gara era finalizzato a valutare ex ante l’approccio metodologico  dell’operatore per consentire in esecuzione un corretto equilibrio di  intervento sui manufatti” e per ridurre al minimo i rischi di danno alle  superfici degli immobili di pregio;
RITENUTO che la richiesta dell’uso  delle tecniche più evolute nel trattamento delle immagini digitali a fini  fotogrammetrici attribuisce qualità e pregio tecnico alla prestazione  dell’appaltatore e le modalità di esecuzione dei rilievi rappresentano un  indicatore di accuratezza e precisione dei rilievi e come tali sono da  considerare legittimi criterio di valutazione, rimessi all’individuazione discrezionale  della stazione appaltante, con l’unico limite della “manifesta  irragionevolezza”;

 

Il Consiglio


ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che l’operato  della stazione appaltante non sia contrario alla normativa di settore.

Raffaele Cantone

 

 

Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data 13  luglio 2019
Il Segretario Maria Esposito
Formato pdf 140 kb