Delibera numero 435 del 13 maggio 2020

Oggetto: Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house


IL CONSIGLIO

VISTO l’articolo 192, comma 1, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recante il nuovo Codice dei contratti pubblici che prevede l’istituzione presso ANAC dell’elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house;

VISTO che il citato comma 1 dell’articolo 192 prevede che l’ANAC definisca con proprio atto le modalità ed i criteri con cui, su domanda, è effettuata l’iscrizione all’Elenco dopo che sia stata riscontrata l’esistenza dei necessari requisiti;

VISTE le Linee guida n. 7 - Linee Guida per l’iscrizione nell’Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house previsto dall’art. 192 del decreto legislativo 50/2016 - adottate dall’ANAC con la deliberazione n. 951 del 20 settembre 2017, nelle quali sono state definite le modalità ed i criteri con cui è effettuata l’iscrizione all’Elenco;

VISTA la domanda di iscrizione all’Elenco inoltrata dall’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI AVELLINO (CF 80000190647), ricevuta al protocollo ANAC n. 5314 del 22 gennaio 2019, ID 1720, relativa all’organismo in house providing IRPINIAMBIENTE S.P.A. (CF 02626510644), più oltre anche “Organismo in house”e/o “società partecipata”;

CONSIDERATO

  1. che a norma dell’articolo 192, comma 1, del codice dei contratti e pubblici e degli articoli 3 e 4 delle Linee guida n. 7, sono tenute a richiedere l’iscrizione le amministrazioni aggiudicatrici e gli enti aggiudicatori che intendano operare mediante affidamenti diretti a propri organismi in house;
  2. che, con nota di preavviso di rigetto inviata ai sensi dell’articolo 5.5 delle Linee guida n. 7, protocollo ANAC n. 84465 del 24 ottobre 2019, si evidenziava la carenza dei requisiti dell’in house providing, così come richiesti dall’art. 5 del d.lgs. n. 50/2016 e dagli artt. 4 e 16 del d.lgs. n. 175/2016 ai fini dell’iscrizione nell’Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori di cui all’articolo 192, comma 1, del d.lgs. n. 50/2016, in quanto, in riferimento al requisito riguardante l’80% dell’attività, l’istruttoria aveva rilevato che la clausola prevista dall’art. 16, comma 3 del d.lgs. n. 175/2016 non risultava riportata nello statuto dell’organismo; per tale motivo si invitava soggetto richiedente a far pervenire eventuali controdeduzioni e/o documentazione integrativa nel termine di 30 giorni dalla ricezione della comunicazione nonché l’eventuale impegno a eliminare le cause ostative all’iscrizione nel termine massimo di 60 giorni dall’invio delle controdeduzioni;
  3. con successiva nota, protocollo ANAC n. 95390 del 27 novembre 2019, si rappresentava che, ad esito dell’analisi del nuovo statuto inviato dall’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI AVELLINO a comprova dell’avvenuto adeguamento dei requisiti di iscrizione con nota acquisita al protocollo ANAC n. 92403 del 19 novembre 2019, era stato riscontrato che la clausola riguardante l’80% dell’attività che era stata inserita nel nuovo statuto (art. 4, comma 2), approvato dall’Assemblea dei soci il 10 aprile 2019, non risultava conforme a quanto richiesto dall’art. 16, comma 3 del d.lgs. n. 175/2016 in quanto non assicurava che oltre l’ottanta per cento del fatturato sia effettuato nello svolgimento dei compiti affidati all’organismo da parte dell’ente pubblico o degli enti pubblici soci; si richiedeva, pertanto, un urgente riscontro circa la disponibilità ad un ulteriore adeguamento statutario;
  4. che, allo stato, non risulta pervenuto il riscontro di cui al punto precedente;

RITENUTO, pertanto, che nel caso in esame non sia ammissibile procedere all’iscrizione,

RIGETTA

la domanda di iscrizione all’Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house di cui all’articolo 192, comma 1, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, presentata dal dall’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI AVELLINO (CF 80000190647) in relazione agli affidamenti in regime di in house providing a IRPINIAMBIENTE S.P.A. (CF 02626510644), ricevuta al protocollo ANAC n. 5314 del 22 gennaio 2019, ID 1720.
Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale nei termini e secondo quanto previsto dal codice del processo amministrativo di cui all’allegato 1 del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104.

Il Presidente f.f.
Francesco Merloni

Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data:
per il Segretario, Maria Esposito
Rosetta Greco

Formato pdf