Delibera numero 389 del 29 aprile 2020

Oggetto: Atto di constatazione ai sensi dell’articolo 20, comma 3, del Regolamento Anac sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, pubblicatonella Gazzetta Ufficiale n. n. 91 del 19 aprile 2017 nei confronti di Alto Calore Servizi SPA.

Procedimento UVOT/921/2019

Il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione

nell’adunanza del 29 aprile 2020;

visto l’articolo 1, comma 3, della legge 6 novembre 2012, n. 190, secondo cui l’Autorità «esercita poteri ispettivi mediante richiesta di notizie, informazioni, atti e documenti alle pubbliche amministrazioni e ordina l’adozione di atti o provvedimenti richiesti dal piano nazionale anticorruzione e dai piani di prevenzione della corruzione delle singole amministrazioni e dalle regole sulla trasparenza dell’attività amministrativa previste dalla normativa vigente, ovvero la rimozione di comportamenti o atti contrastanti con i piani e le regole sulla trasparenza»;

visto l’articolo 45, comma 1, del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, secondo il quale l’Autorità controlla l’esatto adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, esercitando poteri ispettivi mediante richiesta di notizie, informazioni, atti e documenti alle amministrazioni pubbliche e ordinando di procedere, entro un termine non superiore a trenta giorni, alla pubblicazione di dati, documenti e informazioni ai sensi del citato decreto, all’adozione di atti o provvedimenti richiesti dalla normativa vigente, ovvero la rimozione di comportamenti o atti contrastanti con le regole sulla trasparenza;

visto il Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi pubblicazione di cui al d.lgs. 33/2013, approvato con delibera del Consiglio del 29 marzo 2017 e pubblicato in G.U. n. 91 del 19 aprile 2017 con il quale l’Autorità ha disciplinato, all’art. 11, tra gli atti conclusivi del procedimento, quello di ordine di cui all’art. 45 comma 1 del citato decreto;

visto il medesimo Regolamento che, all’art. 20 comma 3, stabilisce che in caso di mancato adeguamento dell’amministrazione ad un ordine dell’Autorità, con l’atto di constatazione si provvede a segnalare il mancato rispetto dell’obbligo di pubblicazione quale illecito disciplinare all’ufficio di cui all’art. 55-bis, comma 4, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, ed altresì ai vertici politici, agli OIV dell’amministrazione interessata e, se del caso, alla Corte dei conti, ai fini dell’attivazione delle altre forme di responsabilità di cui al comma 4 dell’articolo 45 del decreto legislativo 14 marzo 2013 n. 33;

visto il decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97 «Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, ai sensi dell'articolo 7 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche»;

vista la delibera n. 1015 del 30 ottobre 2019, trasmessa con nota del 21 novembre 2019 e pubblicata sul sito istituzionale dell’Autorità, con la quale l’Autorità ha ordinato ad Alto Calore Servizi SPA, in persona del legale rappresentante pro tempore,  ai sensi dell’art. 45, comma 1, del decreto legislativo 14 marzo 2013 n. 33, di pubblicare nella sezione “società trasparente” del proprio sito tutti i dati e i documenti relativi alle sottosezioni bandi di gara e contratti e pagamenti dell’amministrazione-dati sui pagamenti, rendendo possibile la consultazione utilizzando il filtro “anno corrente + 5 precedenti” e gli altri filtri previsti; tutti i dati e i documenti relativi alle sottosezioni titolari di incarichi di collaborazione e di consulenza, RTCP, telefono e posta elettronica e organo di controllo che svolge funzione di OIV, che risultavano vuote, segnalando con un’apposita dicitura all’interno delle sezioni interessate i casi in cui i dati e/o le informazioni da pubblicare non dovessero sussistere e dando notizia all’Autorità dell’avvenuta pubblicazione entro e non oltre 30 giorni dal ricevimento dell’ordine medesimo;

vista la nota del 18 dicembre 2019 con la quale il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza di Alto Calore Servizi SPA ha rappresentato il superamento di alcune delle criticità di cui al provvedimento di ordine dell’Anac n. 1015 del 30 ottobre 2019 ma anche la parziale pubblicazione dei dati relativi a consulenti e collaboratori, nonché la mancata pubblicazione dei dati relativi all’OIV, non ancora insediato;

vista la verifica effettuata sul sito web della società in data 11 marzo 2020, dalla quale è emerso che, sebbene la sezione dedicata alla trasparenza del sito in questione sia stata implementata con dati e documenti, rispetto alla data di adozione dell’ordine, permangono tuttavia criticità:

  1. risulta pubblicato un elenco non esaustivo dei consulenti e collaboratori: nella sezione è pubblicata infatti una scheda generica riportante la seguente dicitura “La Società ALTO CALORE SERVIZI SPA in data 16 dicembre 2019 ha avviato la pubblicazione degli incarichi di collaborazione e delle consulenze conferite. L’Amministratore Unico della Società ALTO CALORE SERVIZI SPA comunica che i dati relativi agli altri incarichi saranno trasmessi, con conseguente pubblicazione, con una tempistica compatibile al reperimento delle informazioni necessarie” ;
  2. nella scheda individuale di ciascuno dei consulenti e collaboratori dell’elenco pubblicato non risulta pubblicata l’attestazione dell’avvenuta verifica dell’insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interesse;
  3. la sezione relativa all’OIV risulta vuota,

considerato che l’ordine di cui alla delibera Anac n. 1015 del 30 ottobre 2019 non è stato dunque, ad oggi, completamente rispettato, visto che il sito web di Alto Calore Servizi SPA non risulta pienamente rispondente a quanto stabilito dal d.lgs. n. 33/2013 in merito agli obblighi di pubblicazione in materia di trasparenza;

richiamate le indicazioni fornite dall’Anac con determinazione n. 1134/2017 contenente le “Nuove linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici economici” e l’allegato 1;

tutto ciò premesso e considerato

DELIBERA

di adottare ai sensi dell’art. 20, comma 3, del Regolamento Anac sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, pubblicatonella Gazzetta Ufficiale n. 91 del 19 aprile 2017, un Atto di constatazione del parziale adeguamento da parte di Alto Calore Servizi SPA al provvedimento d’ordine dell’Autorità di cui alla delibera Anac n. 1015 del 30 ottobre 2019, con particolare riferimento alla persistente incompletezza di talune sotto-sezioni, come individuate nelle premesse del presente atto.

Ai sensi dell’articolo 20, comma 3, del Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi di pubblicazione, il presente Atto di constatazione è pubblicato sul sito dell’Autorità ed è trasmesso all’ufficio di cui all’articolo 55-bis, comma 4, del d.lgs. 165/2001 (o ufficio con funzioni analoghe), ai vertici politici della Società e all’OIV.

Il Presidente f.f.
Francesco Merloni

Depositato presso la Segreteria del Consiglio il 4 maggio 2020         
Il Segretario: Rosetta Greco
Documento formato pdf (120 Kb)