Delibera numero 458 del 27 maggio 2020

Modifiche al Regolamento concernente l’organizzazione e il funzionamento dell’Autorità Nazionale Anticorruzione

 

IL CONSIGLIO

VISTA la legge 6 novembre 2012, n.190 recante “Disposizioni per la prevenzione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”;

VISTO il decreto legge 24 giugno 2014, n. 90 convertito in legge 11 agosto 2014, n. 114;

VISTO il Piano di riordino dell'A.N.AC. presentato dal Presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione al Presidente del Consiglio dei Ministri, ai sensi dell'art. 19, comma 3, del decreto legge 24 giugno 2014, n. 90 convertito con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, approvato con d.P.C.M. 1° febbraio 2016, registrato dalla Corte dei Conti il 10 febbraio 2016;

VISTO l’Accordo per la semplificazione della struttura della retribuzione del personale dell’Anac del 9 giugno 2016;

VISTO il decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, recante “Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo”, convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, ed in particolare l’art. 52-quater, da ultimo modificato dall’art. 1, comma 298, della legge 27 dicembre 2017, n. 205;

VISTA
l’intesa relativa ai criteri economici per l’inquadramento del personale nell’ordinamento di cui all’art. 52-quater del decreto legge n. 50/2017, sottoscritta in data 20 dicembre 2018;

VISTO
il Regolamento sull’ordinamento giuridico ed economico del personale approvato dal Consiglio nell’adunanza del 9 gennaio 2019 e s.m.i.;

VISTO il Regolamento concernente l’organizzazione e il funzionamento dell'Autorità Nazionale Anticorruzione approvato il 16 ottobre 2019 e s.m.i;

CONSIDERATO che il Consiglio, nell’Adunanza del 17 marzo 2020, ha approvato in via preliminare alcune modifiche al Regolamento concernente l’organizzazione e il funzionamento e all’Allegato 1 recante la “Struttura organizzativa” finalizzate, in particolare, ad assicurare un migliore coordinamento e una più funzionale integrazione tra la funzione ispettiva e quella di vigilanza, quest’ultima eventualmente attivata in esito all’esame delle risultanze dell’attività ispettiva nonché precisare con riferimento ad alcuni Uffici le competenze assegnate;

CONSIDERATO che il Consiglio ha, altresì, disposto la consultazione del personale in ordine alla citata modifica;

PRESO atto delle osservazioni pervenute;

VISTA la decisione del Consiglio nell’Adunanza del 27 maggio 2020;

DELIBERA

1) di approvare, con decorrenza dalla pubblicazione sul sito istituzionale, la modifica dei seguenti articoli:

- all’art. 1, la rubrica “Ambito di applicazione” è sostituita da “Ambito di applicazione e definizioni”; alla lett. f) dopo la parola “procedimento” è aggiunta la parola “amministrativo”;

- all’art. 25, rubricato “Funzioni dei dirigenti” al comma 1, lett. a) dopo le parole “e dei” è aggiunta la parola “funzionari” e dopo la parola “amministrativi” sono aggiunte le parole “o dell’istruttoria”; al medesimo comma è aggiunta la seguente lett. g) “svolgono attività ispettive, di studio e ricerca”; al comma 2, dopo la parola “procedimento” sono aggiunte le seguenti parole “o la responsabilità dell’istruttoria”; dopo il comma 4 è aggiunto il seguente comma 5 “Per motivate esigenze funzionali e organizzative, il Consiglio può disporre che una specifica attività ispettiva sia svolta da dirigenti titolari di ufficio.”

- All’art. 29, rubricato “Esperto per la valutazione delle performance” al comma 3 prima di “Predispone” sono aggiunte le seguenti parole “3. L’esperto svolge l’attività di valutazione e controllo strategico finalizzata alla verifica delle scelte operative effettuate per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Autorità”; dopo il comma 3 è aggiunto il seguente comma 4 “L’esperto verifica che il PTPCT sia coerente con gli obiettivi stabiliti nei documenti di programmazione strategico-gestionale e che nella misurazione e valutazione delle performance si tenga conto degli obiettivi connessi all'anticorruzione e alla trasparenza; attesta, ai sensi dell’art. 14, co. 4, lett. g), del d.lgs. n. 150/2009 e delle delibere ANAC al riguardo, l’assolvimento degli obblighi di pubblicazione previsti dal PTPCT.”.

- all’art. 32, rubricato “Partecipazione, trasparenza del procedimento e contraddittorio”, al comma 1, dopo la parola “legge” sono aggiunte le seguenti parole “generale sul procedimento amministrativo”; dopo il comma 2 è aggiunto il seguente comma 3 “In caso di inerzia del dirigente responsabile del procedimento l’esercizio del potere sostitutivo è attribuito al Segretario Generale”.

2) di approvare, con decorrenza dalla pubblicazione sul sito istituzionale, le modifiche all’Allegato 1 del Regolamento concernente l’organizzazione e il funzionamento dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, rubricato “Struttura organizzativa”, di seguito elencate, in modo da garantire la piena coerenza delle attività degli uffici con il testo del Regolamento:

- Le competenze dell’ “Ufficio del Capo segreteria e segreteria del Presidente” sono così riformulate “cura i rapporti istituzionali delegati dal Presidente; provvede al coordinamento degli impegni ed alla predisposizione di quanto occorra per i suoi interventi istituzionali; cura la corrispondenza personale del Presidente, con il supporto della Segreteria;
garantisce l’unitarietà di indirizzo delle unità organizzative in staff al Presidente; cura, per conto del Presidente, le pratiche che lo stesso intende gestire direttamente, raccordandosi, con il Segretario Generale e, ove necessario, con gli Uffici dell’Autorità; coordina la Segreteria del Presidente;

- Le competenze dell’Ufficio “Rilevazione e monitoraggio prezzi di riferimento contratti pubblici” sono così riformulate “cura gli adempimenti relativi alla determinazione dei prezzi di riferimento di beni e servizi e dei costi standard dei lavori; rende i pareri di congruità sui prezzi di beni e servizi ai sensi dell’art. 163, comma 9 del Codice dei contratti pubblici, in caso di somma urgenza e protezione civile e cura la gestione delle comunicazioni ai sensi del comma 10 del medesimo articolo; provvede alla elaborazione di indicatori di inefficienza della spesa pubblica e di rischio corruttivo; assicura il monitoraggio delle informazioni relative a beni e servizi, ivi compresi gli acquisti degli enti del SSN, finalizzandolo anche all’attività di vigilanza dell’Autorità; cura le questioni relative alla spending review nei contratti pubblici, promuovendo anche ricerche e studi in materia; coordina e cura la gestione del progetto “Misurazione del rischio di corruzione a livello territoriale e promozione della trasparenza” del PON GOV 2014-2020”;

- All’Ufficio “Vigilanza sulle SOA” è aggiunta la seguente competenza “La vigilanza è svolta su iniziativa d’ufficio o su segnalazione eventualmente attraverso accertamenti ispettivi”;

- All’Ufficio “Vigilanza e qualificazione operatori economici” dopo la parola “segnalazione,” sono aggiunte le parole “eventualmente attraverso accertamenti ispettivi”;

- All’Ufficio “Vigilanza collaborativa e vigilanze speciali” è attribuita la seguente competenza “L’attività di vigilanza, anche a carattere settoriale, è svolta sia d’ufficio sia su segnalazione, eventualmente attraverso accertamenti ispettivi, nonché sulla base di programmi annuali definiti dal Consiglio.”;

- All’Ufficio “Vigilanza lavori pubblici” dopo la parola “speciali” sono aggiunte le parole “e della difesa; cura la vigilanza sugli affidamenti di somma urgenza ai sensi dell’art. 163 del Codice dei contratti pubblici.”; dopo la parola “accertamenti” è aggiunta la parola “ispettivi”;

- All’Ufficio “Vigilanza servizi e forniture” dopo la parola “speciali” sono aggiunte le parole “e della difesa; cura la vigilanza sugli affidamenti di somma urgenza ai sensi dell’art. 163 del Codice dei contratti pubblici.”; dopo la parola “accertamenti” è aggiunta la parola “ispettivi”;

- All’Ufficio “Vigilanza centrali committenza e concessioni di servizi” dopo la parola “accertamenti” è aggiunta la parola “ispettivi”;

- All’Ufficio “Vigilanza misure anticorruzione” dopo la parola “segnalazione” sono aggiunte le parole “eventualmente attraverso accertamenti ispettivi”;

- All’Ufficio “Vigilanza sugli obblighi di trasparenza” dopo la parola “segnalazione” sono aggiunte le parole “eventualmente attraverso accertamenti ispettivi”;

- All’Ufficio “Vigilanza sulla imparzialità dei funzionari pubblici” dopo la parola “segnalazione” sono aggiunte le parole “eventualmente attraverso accertamenti ispettivi”;

3) Il Consiglio delibera, inoltre, l’approvazione del testo consolidato del Regolamento concernente l’organizzazione e il funzionamento dell’Autorità allegato alla presente delibera di cui costituisce parte integrante.
La presente delibera è pubblicata sul sito istituzionale dell’Autorità.
 

Il Presidente f.f.
Francesco Merloni

Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data 12.06.2020
Per il Segretario: Maria Esposito,
Rosetta Greco

Delibera e Regolamento formato pdf