Delibera numero 510 del 05 giugno 2019

Atto di constatazione ai sensi del Articolo 20, comma 3 del Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. n. 91 del 19 aprile 2017) riferito al “Provvedimento di ordine volto all’attuazione di disposizioni di legge in materia di trasparenza - adeguamento del sito web istituzionale del Collegio Periti Industriali e Periti Industriali laureati Provincia di Roma alle previsioni del D.lgs. 33/2013”.

Fascicolo UVOT/2018-001950/rg

 

Il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione

 

nell’adunanza del 5 giugno 2019

visto l’articolo 1, comma 3, della legge 6 novembre 2012, n. 190, secondo la quale l’Autorità «esercita poteri ispettivi mediante richiesta di notizie, informazioni, atti e documenti alle pubbliche amministrazioni e ordina l’adozione di atti o provvedimenti richiesti dal piano nazionale anticorruzione e dai piani di prevenzione della corruzione delle singole amministrazioni e dalle regole sulla trasparenza dell’attività amministrativa previste dalla normativa vigente, ovvero la rimozione di comportamenti o atti contrastanti con i piani e le regole sulla trasparenza»;

visto l’articolo 45, comma 1, del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, secondo il quale l’Autorità controlla l’esatto adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, esercitando poteri ispettivi mediante richiesta di notizie, informazioni, atti e documenti alle amministrazioni pubbliche e ordinando di procedere, entro un termine non superiore a trenta giorni, alla pubblicazione di dati, documenti e informazioni ai sensi del citato decreto, all’adozione di atti o provvedimenti richiesti dalla normativa vigente, ovvero la rimozione di comportamenti o atti contrastanti con le regole sulla trasparenza;

visto il decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97 «Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, ai sensi dell'articolo 7 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche»;

visto il Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi pubblicazione di cui al d.lgs. 33/2013, approvato con delibera del Consiglio del 29 marzo 2017 e pubblicato in G.U. n. 91 del 19 aprile 2017 con il quale l’Autorità ha disciplinato, tra l’altro, all’art. 11 gli atti conclusivi del procedimento;

visto l’articolo 20, comma 3 del Regolamento medesimo con il quale si disciplinano i casi di mancato riscontro nei termini e di mancato adeguamento dell’amministrazione all’atto dell’Autorità;

visto il Provvedimento d’ordine, adottato dal Consiglio dell’Autorità nell’adunanza 27 febbraio 2019, con Delibera n. 168, depositata presso la Segreteria del Consiglio il 13 marzo 2019, e trasmesso all’amministrazione in data 15 marzo 2019 (prot. ANAC n. 2019-0021698) ai fini dell’adeguamento alle previsioni del d.lgs. n. 33/2013 della sezione «Amministrazione Trasparente» del sito web istituzionale del Collegio Periti Industriali e Periti Industriali laureati Provincia di Roma;

viste le carenze rilevate nelle seguenti sotto-sezioni:

  • «Consulenti e Collaboratori»: emergeva un parziale adeguamento della sotto-sezione non ancora del tutto in linea alle indicazioni fornite con la delibera 1310/2016 (all. 1); in particolare, non risultavano evidenziati con chiarezza i compensi dovuti, dati relativi allo svolgimento di incarichi o alla titolarità di cariche in enti di diritto privato regolati o finanziati dalla pubblica amministrazione o allo svolgimento di attività professionali nonché l’attestazione dell'avvenuta verifica dell'insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interesse;
  • «Bilanci»: la sotto-sezione risultava solo in parte adeguata con la pubblicazione dei preventivi finanziari; tuttavia, al momento della verifica non emergeva ancora pubblicato il preventivo 2019; erano esposte solo le risultanze finanziarie e non anche quelle economico patrimoniali dei consuntivi;
  • «Altri contenuti/accesso civico» era stata implementata la sottosezione “Accesso Civico” con le modalità per l’esercizio dell’accesso civico; nessuna informazione risultava ancora presente in merito all’accesso civico generalizzato ed al registro degli accessi;
  • «Altri contenuti/prevenzione della corruzione»: mancava tale sotto-sezione. L’ente ha previsto la pubblicazione del PTPC nella sotto-sezione “disposizioni generali”; tuttavia il link al PTPC non conduceva al documento, che, quindi, non risultava ostensibile.

tenuto conto delle osservazioni formulate dal Presidente del Collegio Periti Industriali e Periti Industriali laureati Provincia di Roma, in luogo del RPCT, (prot. ANAC n. 2019-0033559), in riscontro al citato provvedimento di ordine dell’Autorità, e in particolare: «Relativamente … a “consulenti e collaboratori” si specifica che nessun consulente e/o collaboratore presta – al momento – servizio pressoi l Collegio Professionale Periti Industriali di Roma e Provincia. … a seconda delle necessità contingenti che di volta in volta si possono presentare, vengono individuati determinati professionisti… per svolgere specifici incarichi di ausilio e tutela alle attività dell’Ente. In tale ambito, i professionisti così designati sono scelti nel pieno rispetto delle prerogative decisionali del Consiglio Direttivo del Collegio e del suo Presidente, secondo quanto stabilito dallo Statuto, dal Regolamento e dalla normativa di settore riconducibile alla nostra attività istituzionale. Inoltre, preme segnalare che l’attività d’ufficio interno presso la sede di questo Collegio è svolta regolarmente da membri del Consiglio direttivo che percepiscono relativi rimborsi spese e/o gettoni di presenza in base a quanto deliberato e verbalizzato nel corso della seduta del consiglio direttivo del giorno 11/06/2018 …pertanto non sussistono, allo stato dei fatti, situazioni anche potenziali di qualsivoglia conflitto di interessi…in merito al rilievo evidenziato al punto “Bilanci” si segnala che il nostro Ente predispone dei Rendiconti annuali e non dei bilanci; in tale contesto giova ricordare che ai sensi della vigente normativa di settore, i Rendiconti dei collegi professionali, alla stregua di quanto avviene per il bilancio preventivo e consuntivo annuale, può essere presentato e deliberato entro il mese di giugno dell’anno di riferimento. Premesso ciò, il nostro Rendiconto consuntivo per l’ano 2018 e quello preventivo per il 2019 saranno pubblicati sul nostro sito, all’atto della loro approvazione entro il mese sopra evidenziato. Sul punto “Altri contenuti / accesso civico”, non essendo tale funzionalità strettamente necessaria ai fini dell’attività svolta dal nostro Ente, tenuto conto dei servizi da noi erogati a livello di sito web e dei soggetti materialmente fruitori delle informazioni e dei dati consultabili dalla nostra piattaforma, si è provveduto – conseguentemente – ad espungere tale link dal sito del Collegio, dato che i servizi necessari per i nostri iscritti sono garantiti attraverso altri specifici link. Infine sul punto “Altri contenuti / prevenzione della corruzione”, essendo emerso un malfunzionamento del nostro sistema in merito al collegamento ipertestuale del link in oggetto, si è provveduto ad ovviare a tale guasto».

 considerato che l’ufficio competente dell’Autorità, in data 16 maggio 2019, ha effettuato un’ulteriore verifica della sezione «Amministrazione Trasparente» del sito web istituzionale del Collegio e rilevato il perdurante inadempimento agli obblighi di pubblicazione oggetto di rilievo nel provvedimento di ordine, salvo di quello relativo ai “bilanci” in quanto, come risulta dalla nota di riscontro, non ancora predisposti e approvati.
In particolare:

  • «Consulenti e Collaboratori»: la sotto-sezione non risulta più presente;
  • «Bilanci»: la sotto-sezione risulta ancora sprovvista del preventivo 2019 e del consuntivo 2018. Il Presidente del Collegio, nella nota di riscontro, fa presente che saranno pubblicati sul sito all’atto della loro approvazione entro il mese di giugno 2019;
  • «Altri contenuti/accesso civico»: la sotto-sezione non risulta più presente;
  • «Altri contenuti/prevenzione della corruzione»: è presente la sotto-sezione ma il link “Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza” conduce alla sotto-sezione “disposizioni generali” dove è disponibile, all’interno della sotto-sezione di secondo livello “Programma per la trasparenza e l'integrità” solamente il Programma Triennale per       la Trasparenza e l’Integrità riferita al triennio 2015-2017. Risultano, pertanto, non pubblicati i PTPC dell’Ente;

tenuto conto che il d.lg.33/2013 all’art. 2 –bis “ Ambito soggettivo di applicazione (articolo introdotto dall'art. 3, comma 2, d.lgs. n. 97 del 2016)” prevede che la disciplina dettata per le pubbliche amministrazioni di cui al comma 1 si applica anche, in quanto compatibile:

a)……… agli ordini professionali;

considerato che il PNA 2016 evidenzia che l’art. 41 del d.lgs. 97/2016, nell’introdurre l’art. 1, co. 2-bis, della l. 190/2012, sembrerebbe ricondurre gli ordini e i collegi professionali fra quei soggetti cui spetta l’adozione di misure di prevenzione della corruzione integrative di quelle adottate ai sensi del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 (art. 1, co. 2-bis l. 190/2012);

richiamate le indicazioni fornite dall’ANAC con la Determinazione n. 1310/2016;

tutto ciò premesso e considerato

DELIBERA

di adottare l’Atto di constatazione del mancato adeguamento del Collegio Periti Industriali e Periti Industriali laureati Provincia di Roma al Provvedimento d’Ordine dell’Autorità.
 
Ai sensi dell’articolo 45, comma 4, del decreto legislativo 14 marzo 2013 n. 33, e ai sensi dell’articolo 20, comma 3, del Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi di pubblicazione, il presente “Atto di constatazione” è inviato ai vertici politici, all’OIV del Collegio Periti Industriali e Periti Industriali laureati Provincia di Roma  e, se del caso, alla Corte dei Conti, al fine di “segnalare il mancato rispetto dell’obbligo di pubblicazione quale illecito disciplinare”, per l’attivazione delle altre forme responsabilità di cui al comma 4 dell’articolo 45 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 e se ne dispone la pubblicazione sul sito dell’Autorità e sul sito del Collegio Periti Industriali e Periti Industriali laureati Provincia di Roma.

 

Raffaele Cantone

 

Depositato presso la Segreteria del Consiglio il 14 giugno 2019
Il Segretario: dott.ssa Maria Esposito
Formato pdf 155 kb