Delibera numero 511 del 29 maggio 2019

Atto di constatazione ai sensi del Articolo 20, comma 3 del Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. n. 91 del 19 aprile 2017) riferito al “Provvedimento di ordine volto all’attuazione di disposizioni di legge in materia di trasparenza - adeguamento del sito web istituzionale del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli alle previsioni del d.lgs. 33/2013”.

Fascicolo UVOT/2018-000539/rg

 

Il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione

 

nell’adunanza del 29 maggio 2019;

visto l’articolo 1, comma 3, della legge 6 novembre 2012, n. 190, secondo cui l’Autorità «esercita poteri ispettivi mediante richiesta di notizie, informazioni, atti e documenti alle pubbliche amministrazioni e ordina l’adozione di atti o provvedimenti richiesti dal piano nazionale anticorruzione e dai piani di prevenzione della corruzione delle singole amministrazioni e dalle regole sulla trasparenza dell’attività amministrativa previste dalla normativa vigente, ovvero la rimozione di comportamenti o atti contrastanti con i piani e le regole sulla trasparenza»;

visto l’articolo 45, comma 1, del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, secondo il quale l’Autorità controlla l’esatto adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, esercitando poteri ispettivi mediante richiesta di notizie, informazioni, atti e documenti alle amministrazioni pubbliche e ordinando di procedere, entro un termine non superiore a trenta giorni, alla pubblicazione di dati, documenti e informazioni ai sensi del citato decreto, all’adozione di atti o provvedimenti richiesti dalla normativa vigente, ovvero la rimozione di comportamenti o atti contrastanti con le regole sulla trasparenza;

visto il decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97 «Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012, n. 190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, ai sensi dell'articolo 7 della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche»;

visto il Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi pubblicazione di cui al d.lgs. 33/2013, approvato con delibera del Consiglio del 29 marzo 2017 e pubblicato in G.U. n. 91 del 19 aprile 2017 con il quale l’Autorità ha disciplinato, tra l’altro, all’art. 11 tra gli atti conclusivi del procedimento;

visto l’articolo 20, comma 3 del Regolamento medesimo con il quale si disciplinano i casi di mancato riscontro nei termini e di mancato adeguamento dell’amministrazione all’atto dell’Autorità;

visto il Provvedimento d’ordine, adottato dal Consiglio dell’Autorità nell’adunanza del 7 febbraio 2019, con Delibera n. 87, depositata presso la Segreteria del Consiglio il 14 febbraio 2019, e trasmesso all’amministrazione in data 18 febbraio 2019 (prot. ANAC n. 2019-0013454) ai fini dell’adeguamento alle previsioni del d.lgs. n. 33/2013 della sezione «Amministrazione Trasparente» del sito web istituzionale del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli;

viste le carenze rilevate nelle seguenti sotto-sezioni:  

  1. Organizzazione / Componenti C.O.A: priva dei contenuti di cui all’art. 14 del d.lgs. 33/2013;
  2. Consulenti e collaboratori: il relativo link era inattivo e non conduceva ai dati richiesti dall’art. 15 del d.lgs. 33/2013;
  3. Enti controllati/Fondazione dell’Avvocatura Napoletana per l’Alta Formazione Forense: il relativo link non conduceva ai dati richiesti dall’art. 22 del d.lgs. 33/2013 ma ad altra pagina del sito web di tutt’altro contenuto;
  4. Personale: il relativo link era inattivo e non conduceva ai contenuti richiesti dal d.lgs. 33/2013;
  5. Bandi di gara e contratti: priva di contenuti, accoglieva al suo interno solo i link agli estremi normativi;
  6. Accesso civico: privo di contenuti, accoglieva al suo interno solo i link agli estremi normativi ed alle Linee Guida ANAC FOIA (Del. 1309/2016);
  7. Patrimonio immobiliare: assente;
  8. PTPC: solo in bozza.

vista la nota del 19 marzo 2019 (prot. ANAC n. 2019-0022666) con cui il RPCT del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, in riscontro al citato Provvedimento di ordine dell’Autorità, ha comunicato «che, in ottemperanza a quanto ordinato, il sito web del Consiglio dell’ordine degli Avvocati di Napoli, nell’area “Amministrazione trasparente” è stato adeguato alle previsioni del d.lgs. 33/2013 ed alle indicazioni fornite dall’ANAC nella PEC suindicata del 18/02/2019. La presente viene inoltrata nel rispetto dei termini stabiliti nell’Ordine dell’ANAC e cioè in 30 giorni dalla comunicazione».

considerato che l’ufficio competente dell’Autorità, in data 5 aprile 2019, ha effettuato un’ulteriore verifica del sito web istituzionale del Consiglio dell’ordine degli Avvocati di Napoli e rilevato quanto segue:

  1. Organizzazione / Componenti C.O.A: sono stati pubblicati i curricula dei consiglieri e precisato con specifica dicitura: che la sezione è in fase di aggiornamento con riferimento ai restanti dati di cui all’art. 14 del d.lgs. 33/2013; che i componenti del COA di Napoli non percepiscono nessun compenso di qualsiasi natura, connessi all’assunzione della carica; che la sezione è in aggiornamento in quanto gli incarichi sono in corso di nomina del Consiglio da poco insediatosi.;
  2. Consulenti e collaboratori: sono stati pubblicati i dati sui consulenti – il link del cv non è attivo ed i dati non aggiornati in quanto riferiti all’anno 2017;
  3. Enti controllati/Fondazione dell’Avvocatura Napoletana per l’Alta Formazione Forense: è stata pubblicata la tabella recante i dati relativi agli enti di diritto privato in controllo dell’Ordine degli Avvocati di Napoli;
  4. Personale: è stata pubblicata all’interno della sotto-sezione “personale” la sola sotto-sezione di 2 livello della pianta organica. Risulta, pertanto, carente dei restanti dati;
  5. Bandi di gara e contratti: pubblicati i contratti e, in aggiunta, una dicitura con cui viene dichiarato che nell’ultimo triennio non risultano espletati bandi di gara;
  6. Accesso civico: pubblicate le informazioni e la modulistica utile all’esercizio degli accessi, manca, tuttavia, il registro degli accessi o, in ogni caso, specifica dicitura sulle eventuali richieste FOIA pervenute;
  7. Patrimonio immobiliare: pubblicate le informazioni sul patrimonio immobiliare posseduto o detenuto mediante apposita dicitura esplicativa;
  8. PTPC: pubblicato il PTCP riferito al triennio 2019-2021 e l’Archivio PTPC precedenti;

 

visto che dalla predetta verifica effettuata sul sito web dell’ente, confermata con successiva verifica del 20 maggio 2019, emerge, pertanto, la perdurante l’incompletezza di talune sotto-sezioni, ossia:
Consulenti e collaboratori (dati pubblicati ma non aggiornati); Personale (contiene solo la dotazione organica); Accesso civico (registro degli accessi assente) nonché Organizzazione / Componenti C.O.A in corso di aggiornamento con le considerazioni di cui sopra;

tenuto conto che il d.lg.33/2013 all’art. 2 –bis “ Ambito soggettivo di applicazione (articolo introdotto dall'art. 3, comma 2, d.lgs. n. 97 del 2016)” prevede che la disciplina dettata per le pubbliche amministrazioni di cui al comma 1 si applica anche, in quanto compatibile:

a)……… agli ordini professionali;

considerato che il PNA 2016 evidenzia che l’art. 41 del d.lgs. 97/2016, nell’introdurre l’art. 1, co. 2-bis, della l. 190/2012, sembrerebbe ricondurre gli ordini e i collegi professionali fra quei soggetti cui spetta l’adozione di misure di prevenzione della corruzione integrative di quelle adottate ai sensi del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 (art. 1, co. 2-bis l. 190/2012);

richiamate le indicazioni fornite dall’ANAC con la Determinazione n. 1310/2016;

tutto ciò premesso e considerato

DELIBERA

di adottare l’Atto di constatazione del mancato adeguamento, da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, al Provvedimento d’Ordine dell’Autorità.
 
Ai sensi dell’articolo 45, comma 4, del decreto legislativo 14 marzo 2013 n. 33, e ai sensi dell’articolo 20, comma 3, del Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi di pubblicazione, il presente “Atto di constatazione” è inviato ai vertici politici, all’OIV del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli  e, se del caso, alla Corte dei Conti, al fine di “segnalare il mancato rispetto dell’obbligo di pubblicazione quale illecito disciplinare”, per l’attivazione delle altre forme responsabilità di cui al comma 4 dell’articolo 45 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 e se ne dispone la pubblicazione sul sito dell’Autorità e sul sito del Consiglio dell’ordine degli Avvocati di Napoli.

 

Raffaele Cantone

 

Depositato presso la Segreteria del Consiglio il 14 giugno 2019
Il Segretario: dott.ssa Maria Esposito
Formato pdf 146 kb