Delibera numero 359 del 22 aprile 2020

Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house

IL CONSIGLIO

VISTO l’articolo 192, comma 1, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recante il nuovo Codice dei contratti pubblici che prevede l’istituzione presso ANAC dell’elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house;

VISTO che il citato comma 1 dell’articolo 192 prevede che l’ANAC definisca con proprio atto le modalità ed i criteri con cui, su domanda, è effettuata l’iscrizione all’Elenco dopo che sia stata riscontrata l’esistenza dei necessari requisiti;

VISTE le Linee guida n. 7 - Linee Guida per l’iscrizione nell’Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house previsto dall’art. 192 del decreto legislativo 50/2016 - adottate dall’ANAC con la deliberazione n. 951 del 20 settembre 2017, nelle quali sono state definite le modalità ed i criteri con cui è effettuata l’iscrizione all’Elenco;

VISTA la domanda di iscrizione all’Elenco inoltrata dal COMUNE DI VIZZOLO PREDABISSI (CF 84503700159), ricevuta al protocollo ANAC n. 19257 del 1° marzo 2018, ID 504, relativa all’organismo in house providing FAR.COM. SRL (CF 04146750965), più oltre anche “Organismo in house”e/o “società partecipata”;

CONSIDERATO

  1. che a norma dell’articolo 192, comma 1, del codice dei contratti e pubblici e degli articoli 3 e 4 delle Linee guida n. 7, sono tenute a richiedere l’iscrizione le amministrazioni aggiudicatrici e gli enti aggiudicatori che intendano operare mediante affidamenti diretti a propri organismi in house;
  2. che, con nota di richiesta di integrazione documentale inviata ai sensi dell’articolo 5.2 delle Linee guida n. 7, protocollo ANAC n. 51176 del 25 giugno 2019, si evidenziava la carenza di documentazione comprovante i requisiti dell’in house providing, così come richiesti dall’art. 5 del d.lgs. n. 50/2016 e dagli artt. 4 e 16 del d.lgs. n. 175/2016 ai fini dell’iscrizione nell’Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici o degli enti aggiudicatori di cui all’articolo 192, comma 1, del d.lgs. n. 50/2016, rappresentando al contempo la necessità di acquisire ulteriori chiarimenti e documentazione ai fini dell’iscrizione nell’Elenco;
  3. che, in mancanza di un riscontro alla richiesta di cui al precedente punto è stata inviata una nota di preavviso di rigetto, protocollo ANAC n. 101979 del 18 dicembre 2019, con la quale è stato richiesto, ai sensi dell’art. 5.5 delle Linee Guida n. 7, di far pervenire eventuali controdeduzioni e/o documentazione integrativa rappresentando che, in mancanza delle stesse, si sarebbe proceduto a proporre al Consiglio dell’Autorità il diniego all’iscrizione;
  4. che il riscontro richiesto di cui al punto precedente non risulta pervenuto;

RITENUTO, pertanto, che nel caso in esame non sia ammissibile procedere all’iscrizione, 
 

RIGETTA


la domanda di iscrizione all’Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house di cui all’articolo 192, comma 1, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, presentata dal COMUNE DI VIZZOLO PREDABISSI (CF 84503700159) in relazione agli affidamenti in regime di in house providing a FAR.COM. SRL (CF 04146750965), ricevuta al protocollo ANAC n. 19257 del 1° marzo 2018, ID 504.
Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale nei termini e secondo quanto previsto dal codice del processo amministrativo di cui all’allegato 1 del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104.

Il Presidente f.f.
Francesco Merloni

Depositato presso la Segreteria del Consiglio in data: 27.04.2020
Il Segretario, Rosetta Greco

Documento formato pdf (87 Kb)