Massime della giurisprudenza classificate per il nodo "società di ingegneria"

TAR Liguria, Sezione II, - Sentenza 22/06/2002 n. 705
legge 109/94 Articoli 17 - Codici 17.2, 17.2.1
Il rapporto tra l'A.T.I. (delle società di ingegneria) concorrente e il professionista geologo indicato come consulente esterno contrattualmente impegnato, non può essere inquadrato nell'ambito del contratto di appalto (e perciò di subappalto) mancando gli elementi di cui all'art. 1655 c.c.; si tratta invece di contratto d'opera intellettuale di cui all'art. 2230 c.c.: nel caso non è dunque dato riscontrare gli estremi del subappalto ai sensi dell'art. 18 della legge n. 55 del 1990, né al contrario depone l'art. 17, co. 14-quinquies, legge 11 febbraio 1994 n. 109 e s.m., poiché l'esclusione della relazione geologica dalle eccezioni al divieto di subappalto non ha altro significato che quello di confermare che la redazione della stessa relazione non costituisce, di per sé, appalto o subappalto.Ai sensi dell'art. 51 del D.P.R. 21 dicembre 1999 n. 554 e s.m., la presenza nel raggruppamento di un giovane professionista non equivale ad obbligo di associazione nel raggruppamento essendo sufficiente la sua presenza, nella società, come collaboratore.
TAR Campobasso 10/08/1999 n. 432
legge 109/94 Articoli 17 - Codici 17.2, 17.2.1
Il regime concernente la determinazione, in una norma nazionale, di una soglia minima di compensi professionali per l'ammissione di società di ingegneria a gare di progettazione è in contrasto col disposto degli artt. 58, 59 e 60 del Trattato C.E.E., nonché degli artt. 49 e 12 del Trattato di Amsterdam, incidendo pregiudizialmente su fattori inerenti alla libera concorrenza e all'esercizio delle libere professioni; pertanto, tale contrasto comporta la sicura prevalenza della normativa comunitaria rispetto a quella nazionale avente carattere discriminatorio, sussistendo evidente conflitto tra i principi fissati da tali norme e la disposizione dell'art. 17, co. 4 della legge 11 febbraio 1994 n. 109, come modificato dalla L. 18 novembre 1998 n. 415, con conseguente disapplicazione di quest'ultima norma
TAR L'Aquila 10/11/1998 n. 858
legge 109/94 Articoli 17 - Codici 17.2, 17.2.1
Le società di ingegneria, ai sensi dell'art. 17, co. 8 della legge 11 febbraio 1994 n. 109 e s.m., debbono essere costituite nelle forme societarie di cui ai capi V, VI e VII del titolo V ed al capo I del titolo VI del libro V del Codice civile, senza che occorra che i soggetti preposti all'amministrazione delle stesse società siano in possesso della qualifica di ingegnere la quale, pertanto, assume rilievo esclusivamente in sede di elaborazione e sottoscrizione dei progetti e di assunzione delle connesse responsabilità.