Comunicato Stampa

S.T.

L’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici ha approvato una determinazione con la quale individua il regime normativo applicabile alle procedure di Project Financing avviate prima del 1 Agosto 2007, data di entrata in vigore del secondo correttivo al Codice dei Contratti Pubblici (D.lgs n. 113/2007).

Con tale decreto correttivo è stato soppresso il diritto di prelazione a favore del Promotore, con conseguente incisiva modifica rispetto alla precedente disciplina.

Poiché il Legislatore delegato non ha dettato alcuna disciplina transitoria al riguardo, si è reso necessario un intervento interpretativo dell’Autorità che dettasse regole certe al Mercato.

A tal fine l’Autorità ritiene che il momento iniziale della “Gara” di Project Financing, che fissa le regole applicabili alla gara stessa, vada individuato nell’avviso indicativo con cui viene ricercato sul Mercato un possibile promotore (art. 153 del Codice dei Contratti Pubblici).

Pertanto, ove l’avviso indicativo risulti pubblicato prima del 1 Agosto 2007, deve  continuare a farsi applicazione della precedente disciplina, che contemplava il diritto di prelazione a favore del Promotore.

 

Roma, 15 Ottobre 2007