Piano delle ispezioni 2012

 

Il Consiglio dell’Avcp, nell’ultima Adunanza, ha approvato il Piano delle ispezioni 2012 che contiene una serie di iniziative, tra cui un’indagine sul settore sanitario nazionale, tese a far luce sull’eventuale sussistenza di criticità quali, a titolo esemplificativo, la possibile dilatazione dei tempi contrattuali e/o il ritardo di ultimazione dei lavori già prefigurabile; disarmonie tra la data prevista di consegna dei lavori e l’importo complessivo dello stato di avanzamento dei lavori stessi; la presenza di varianti in corso d’opera che abbiano prodotto un significativo aumento dei costi.

L’Autorità, inoltre, ha adottato, per il Piano delle ispezioni del prossimo anno, un nuovo approccio metodologico che, allo scopo di consentire un’esaustiva ed incisiva attività di vigilanza, si sviluppa su tre livelli. In primo luogo, sulla base dell’articolazione del mercato dei contratti pubblici, in funzione del peso relativo dei tre settori (lavori, servizi e forniture), le ispezioni verranno effettuate in numero che tenga conto del peso di ciascun settore sul totale dei contratti. Inoltre, verranno individuate, all’interno dei tre settori, le macro categorie di lavori/servizi/forniture che saranno oggetto di esame, proporzionalmente al peso che rivestono nell’ambito del mercato di riferimento. Infine, al fine di garantire l’esame a campione dell’intero territorio nazionale, lo stesso sarà suddiviso in tre macro aree – Nord, Centro, Sud e Isole – in relazione alle quali ancora una volta si farà riferimento all’incidenza percentuale della spesa.

 

Roma, 30 marzo 2012

AVCP Via di Ripetta, 246 – 00186 – tel. 06/367231 – www.avcp.it